Home » Mondo

Vita di Missione: Alfabeto Africano, O come Offerta

Inserito da on 23 luglio 2010 – 00:00No Comment

Padre Oliviero Ferro

“Prendi. Questo è per te” così mi diceva una mamma nel momento che la salutavo, dopo essere stato a casa sua. Era un sacchettino di fagioli, con delle arachidi e delle uova. Aveva voluto dirmi il suo grazie,perché ero andato a trovarla e a parlare con lei. E’ una cosa che succede spesso in Africa. Le persone ti vogliono bene, se dimostri loro di voler loro bene. E allora è facile che ti offrano quel poco che hanno per dirti grazie. Non bisogna rifiutare mai. Te lo danno con il cuore. A volte,verrebbe spontaneo non accettare, perché sai che a loro costa. Ma fai loro il piacere e saranno contenti. Il momento più bello naturalmente è la domenica e nei giorni di festa. Tutti sono invitati a portare qualcosa, sia in denaro che in natura. Tutti sono fieri di offrire qualcosa. Al momento dell’offertorio, la corale comincia a cantare al suono dei tam tam e dei balano. La processione, lunghissima, incomincia. Si viene danzando e cantando verso l’altare. Uova, caschi di banane, gerle con la manioca, frutti, fagioli, arachidi, sapone,riso,olio, vino, galline….insomma tutto un mercato che si deposita davanti all’altare per dire grazie al Signore per i doni ricevuti. Una parte rimane in parrocchia e un’altra verrà data ai poveri. Tutti sono contenti perché hanno donato qualcosa. Ma non ci si ferma qui. Durante la settimana, qualcuno andrà ad offrire qualcosa ai poveri, agli ammalati. Oltre alle cose,condividerà il proprio tempo, la propria gioia. Insomma cercherà di rendere la loro vita un po’ più gioiosa.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.