Home » Sicurezza

Salerno: GdF, sequestro sigarette di contrabbando

Inserito da on 23 luglio 2010 – 00:00No Comment

I Finanzieri del G.I.C.O. (Gruppo di Investigazioni sulla Criminalità Organizzata) del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Salerno hanno portato a termine con successo un’operazione in materia di contrabbando di tabacchi lavorati esteri. L’intervento odierno rientra nell’ambito del contrasto al fenomeno recrudescente del contrabbando di sigarette, eseguita in seno alla quotidiana ed incessante attività di controllo economico del territorio svolta dalle Fiamme Gialle. In particolare, al termine di una delicata e certosina attività di monitoraggio avviata sulle spedizioni provenienti – tramite vettori  internazionali – da paesi extracomunitari ritenuti a rischio, è stato tratto in arresto, in flagranza di reato, Luckack Igor, di anni 44, cittadino extracomunitario di origine ucraina, con regolare permesso di soggiorno, e sottoposti a sequestro 60 chilogrammi di sigarette di provenienza estera. Il soggetto, fermato in prossimità del suo domicilio di Cava de’ Tirreni, aveva appena ricevuto dal vettore incaricato della consegna 2 voluminosi pacchi, non recanti alcun elemento distintivo, rivelatisi poi contenenti 3.000 pacchetti di “bionde”, privi dei previsti contrassegni fiscali. Grazie al dispositivo di contrasto, che le fiamme gialle avevano predisposto da giorni per monitorare gli spostamenti della merce ritenuta sospetta, al momento della consegna, al cittadino ucraino è stata preclusa ogni via di fuga. L’arrestato, risultato poi già destinatario di analoghe spedizione per complessivi 255 chilogrammi, per disposizione della locale Procura della Repubblica, prontamente notiziata, è stato condotto presso il Tribunale di Salerno per essere sottoposto a giudizio per direttissima. Le indagini proseguono per scoprire la reale portata dell’attività illecita perpetrata dall’arrestato e l’eventuale effettiva destinazione della merce sequestrata. Gli investigatori cercheranno peraltro di far chiarezza sulla reale dimensione del fenomeno criminoso nell’ambito dell’intero territorio provinciale.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.