Home » >> Politica

Salvitelle: minoranza assente dalla discussione sul bilancio

Inserito da on 3 luglio 2010 – 02:06No Comment

La minoranza consiliare in data odierna non partecipa ai lavori per la discussione del bilancio dell’ente previsto per il 28.6.2010 in prima convocazione perchè  il  sindaco e il responsabile dell’area finanziaria  non  mettono a disposizione gli atti  relativi al bilancio tra cui i registi  contabili  dell’ufficio di ragioneria ed una serie di richieste strettamente legate agli atti del bilancio. l’opposizione composta dai consiglieri  comunali Perretta Pompeo Mario- Caruso Lucio e Carmela Mastrullo  ha costituito ufficialmente il gruppo consiliare Pdl Principe Arechi ed ha consegnato in apertura  della seduta un esposto / denuncia  nelle mani  del sindaco di Salvitelle Domenico Nunziata  e del segretario comunale  per chiedere la sospensione  e il rinvio alla seconda convocazione della discussione del bilancio. Il capogruppo  consiliare  Pompeo Perretta  ha stigmatizzato  il comportamento del sindaco Nunziata  che a poche ore  dalla discussione in aula del bilancio di previsione  ha notificato  al gruppo  consiliare di minoranza una  richiesta al prefetto di  Salerno per rimuovere e sospendere dalla carica istituzionale  tre consiglieri di minoranza. Tempestiva la protesta e la denuncia in prefettura e all’autorità giudiziaria  di Sala Consiliana  per l’abuso e l’intimidazione  del sindaco che anziche’ rilasciare gli atti all’opposizione  ha pensato di sospenderli dalla carica istituzionale.  Al prefetto la minoranza chiede  di intervenire per  garantire la convocazione del consiglio ai sensi dell’art. 39 del  testo unico 267/2000 e di inserire all’0rdine del  giorno gli argomenti relativi al bilancio. Anzichè  rilasciare gli atti relativi al bilancio  e di convocare il consiglio sulla  richiesta dell’opposizione, il sindaco pensa di liberarsi dall’opposizione  sospendendo dalla   carica elettiva l’intero gruppo di minoranza. Alla Procura della Repubblica è stata depositata la denuncia perchè la pubblica amministrazione guidata da Nunziata già rinviata  a giudizio  per omissioni ai sensi del’art. 328 del c.p.  la cui udienza e’  fissata per il 16.7.2010 presso il tribunale di  Sala  Consilina,  di fatto continua  a reiterare i   reati di cui alla violazione della predetta  normativa.  Il capogruppo  della  minoranza ha annunciato  oggi  in Prefettura  le dimissioni qualora le istituzioni   preposte al controllo  non  provvedano  in tempi rapidi   a  rimuovere gli ostacoli burocratici che il   sindaco da tempo commette non  convocando il consiglio  comunale    quando un quinto dei consiglieri ne richiedono l’ordine del giorno. Alla Procura   della  Repubblica  la minoranza ha depositato diverse denunce per chiedere espressamente la punizione ai sensi dell’art. 328 del c.p. per le omissioni in atto  di ufficio del responsabile dell’area finanziaria che  non  rilascia  gli atti a norma di vigenti disposizioni  legislative. La  sospensione   e la rimozione  dei consiglieri di minoranza annunciata dal sindaco è stata tempestivamente  portata all’attenzione del prefetto  e del procuratore della  repubblica di Sala  Consilina.  Il sindaco, precisa Perretta  al prefetto  di Salerno, in precedenza  ha denunciato il ragioniere dell’ente per un ammanco di cassa  di ex lire 137.000.000  quando era all’opposizione staccandosi dal gruppo di minoranza ma una volta eletto  sindaco di Salvitelle, nell’anno  2004 non si e’costituito in giudizio ai fini  di recuperare  dal predetto funzionario le somme di bilancio.  Oggi la minoranza   con nota   datata 8.6.2010  chiede conto al sindaco e al ragioniere  di tali somme.  Quando sono  state  richieste   le suddette somme il sindaco  ha pensato   di  liberarsi  dell’opposizione   mediante l’ipotesi   di sospendere i consiglieri   di minoranza.

I   consiglieri   comunali Perretta   -    Caruso    -  Mastrullo

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.