Home » > Primo Piano

Prefetti sotto la lente del gradimento

Inserito da on 30 giugno 2010 – 08:22No Comment

Rol

“Il Prefetto, autorità provinciale di pubblica sicurezza, che sovrintende all’attuazione delle direttive in materia. A tali fini va tempestivamente informato dal Questore e dai comandanti provinciali dell’Arma e della GdF su quanto attiene l’ordine e la sicurezza pubblica provinciale.”  L’art. 13 della Legge 121/81, detta della smilitarizzazione della Polizia, che disciplina ruoli e compiti. In un momento in cui il lavoro del Prefetto, messo in discussione, pur essendo  collante tra autonomie locali e potere centrale. In uno stato federalista, che si pregia di detenere il passo nell’Unione, la recente bagarre sull’istituzionalizzazione delle figure e  sulla confusione che si sta ingenerando con il ruolo dei Questori, ugualmente “autorità provinciali di pubblica sicurezza, ma con direzione, responsabilità e coordinamento, a livello tecnico operativo, dei servizi di ordine e sicurezza pubblica e dell’impiego a tal fine della forza pbblica e delle altre forze eventualmente poste a loro disposizione- Art.14″. Eppure il Prefetto viene tirato in ballo dinanzi a Comuni agonizzanti: quando è il caso di sciogliere  Amministrazioni comunali o quando  scatta l’allarme d’infiltrazioni di stampo mafioso. Un funzionario prefettizio, controllore di delicati atti amministrativi e verificatore dell’attività programamtica comunale. E quando occorre garantire efficienza ed imparzialità alla delicata macchina elettorale. Insomma, i compiti appaiono pittosto delicati, anzi estremamente, a tal pnto che il personale dirigenziale è sottoposto a continui trasferimenti. Oltre all’eventuale mobilità. Da recenti sondaggi, dati confusi sull’indice di gradimento dei cittadini. Se cioè, tra gl’Italiani, tali referenti ministeriali godano o meno d’assenso: il 36% dichiara di conoscere almeno in linea di massima i ruoli del Prefetto, il 64% d’ignorarne le funzioni, mentre un’esigua fetta 11%,  d’esserne edotta, il 25% solo parzialmente. Mentre gli anziani rispondono vagamente e la fascia di media età oscilla, i giovanissimi  pittosto ignoranti a riguardo. In base alla stima, l’89% asserisce di possederne, contro uno sparuto 6%, che diniega ed un 5% insciente. Il sondaggio d’opinione su scala nazionale, tra i maggiorenni, riferibile a 801 casi, con un margine d’approssimazione del 3,5%, secondo il metodo C.A.T.I., risalente allo scorso anno, susseguente alla prima conferenza dei Prefetti alla SSAI, che registrò l’intervento del presidente Napolitano in Capitale. Tra i temi a tappeto, Enti locali e territorio, Sicurezza ed immigrazione, coesione sociale e garanzia di legalità. Alla luce del delicato momento che la figura prefettizia sta vivendo, tra agglutinamenti e blocco delle carriere, congelamento stipendi e mobilità, domani in Capitale, per volere del Preftto dell’Urbe Pecoraro, un smmit che stigmatizzerà ulteriormente il ruolo di tali figure, spesso non accentato nella corretta valenza istituzionale.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


tre + 2 =