Home » Senza categoria

Salerno: 236° Fondazione GdF

Inserito da on 25 giugno 2010 – 14:37No Comment

La Guardia di Finanza ha festeggiato stamane alle ore 11,00, presso la Caserma “Fin. M. Esposito” – Molo Manfredi – sede della Sezione Operativa Navale e del II Nucleo Operativo, alla presenza delle Autorità civili, militari e religiose della Provincia, il suo 236° Anniversario di Fondazione. L’evento occasione per tracciare il bilancio dei primi 5 mesi del 2010 che risulta decisamente positivo, soprattutto grazie all’avvenuta rimodulazione, da un punto di vista qualitativo, delle strategie adottate nella lotta agli illeciti economico-finanziari. La lotta all’evasione fiscale, in ogni sua manifestazione, è quest’ann il principale obiettivo dell’attività delle Fiamme Gialle: in linea con le direttive del Ministro dell’Economia e delle Finanze, On. Prof. Giulio Tremonti, la Guardia di Finanza punta all’aggressione dei fenomeni di evasione più gravi che danneggiano non solo il bilancio dello Stato, ma anche il sistema economico nel suo complesso, minacciato dalla concorrenza sleale derivante dall’economia sommersa, dalle frodi fiscali e dall’evasione internazionale. Bilancio confortante quello dei risultati conseguiti nella lotta all’evasione fiscale ed alla criminalità economica, ossia ad ogni forma di comportamento delinquenziale comunque ricollegato ad una logica illecita d’impresa e di profitto, nei primi 5 mesi del 2010: Imposte Dirette E I.V.A.Verifiche/controlli eseguiti n. 716 con l’individuazione di: Elementi positivi di reddito non dichiarati pari ad €. 188.110.046; Elementi negativi di reddito non deducibili pari ad €. 27.212.055; I.V.A dovuta pari ad €. 22.532.861; I.V.A relativa pari ad €. 20.668.470; Ricavi non contabilizzati pari ad €. 6.289.429; Attività straordinaria di contrasto: all’economia sommersa, con l’individuazione di 71 evasori totali, accertata I.V.A. evasa per complessivi €. 17.337.178 e ricavi non dichiarati per €. 184.351.472; al lavoro nero, con l’individuazione di 145 lavoratori in nero e 21 irregolari. Controlli Strumentali Eseguiti oltre 4.200 controlli strumentali (controlli documentazione accompagnamento trasporti, ricevute e scontrini fiscali), dove 1.513 hanno avuto esito irregolare.Dopo l’entrata della compagnia di formazione, composta dal plotone contingente ordinario di terra e di mare e del plotone militare Atp baschi verdi, al comando del capitano Perrotta, l’entrata della bandiera e dei labari comunali e della Provincia in cui insiste la GdF. Poi l’ingresso del comandante provinciale che ha passato in rassegna la compagnia di formazione. Di seguito, la lettura dell’ordine del giorno speciale, a cura del comandante generale Nino Di Paola, che quest’anno è la prima Fiamma Gialla a comandare la GdF. Di seguito, il comandante provinciale Angelo Matassa, con la lettura del messaggio alle autorità ed ai propri uomini, scorrendo anche alcuni spunti operativi più salienti del primo lustro. ” La GdF sempre in prima linea nella tutela del benessere pubblico- ha commentato Matassa-soprattutto in una società video comunicata. Riscoprire i valori autentici, da propinare alle nuove generazioni, sui quali poggiare le sorti del Paese. L’onestà da tenere a cuore a testa alta, contro l’evasione fiscale, che s’infiltra nelle pieghe dell’economia. L’occupazione, un tassello che preoccupa specialmente i giovani. Rispetto alla media europea, l’occupazione italiana dieci punti inferiore. Di qui, il ritardo nel lasciare le pareti domestiche da parte di tanti giovani, non sufficientemente autonomi da poter gestire una vita sociale senza i fondi familiari. “Premiati i militari distinti in attività di servizio dalle autorità presenti: M.O. Salvatore Cannazza, Magg. Antonio Vernillo, Lgt. Liberato Savarese, M.C. Donato Monacella, App.Sc. Miguel Pappacena, Cap. Bruno Ascione, Lgt. Gennaro Malandrino, M.C.Vincenzo Fiasco, App. Pierluigi Comerci, Lgt. Lucio Volpe, M.C.Maurizio Porcelli, Lgt. Beniamino Giannavola, Lgt.Pasquale Cantalupo, Ten. Danilo Nicotra, Ten. Bruno Ruotolo, App. Biagio Chiariello, F.S. Marco Coratella, V.B. Vincenzo Tierno. La lettura della preghiera del finanziere,  da parte del cappellano militare don Antonio Russo, a suggello. La compagnia di formazione ha lasciato poi lo schieramento, dopo il vessillo e tutti gl’intervenuti hanno avuto modo di gustare un goloso buffet.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.