Home » >> Politica

Iannuzzi e Vaccaro per Pedaggio Differenziato sull’ Autostrada Na-Pompei-Sa

Inserito da on 12 giugno 2010 – 06:57No Comment

Gli on.li Tino Iannuzzi  e Guglielmo Vaccaro, Deputati del Partito Democratico, hanno sollecitato il Ministro delle Infrastrutture con una nuova interrogazione per l’attivazione del sistema tariffario differenziato lungo l’Autostrada Napoli-Pompei-Salerno, gestita in concessione dalla Società Autostrade Meridionali (SAM). A tale interrogazione il Governo ha risposto con il Vice-Ministro alle Infrastrutture Roberto Castelli nella seduta della Commissione Trasporti del 9 giugno 2010. Nella risposta il Governo ha indicato che l’introduzione del nuovo sistema tariffario, fondato su pedaggi diversificati e collegati al chilometraggio effettivamente percorso, avverrà a partire dal 1° ottobre 2010; entro il mese di giugno si concluderà l’attività di montaggio delle apparecchiature di rilevazione dei telepass, in via di ultimazione; entro agosto saranno definite le operazioni di verifica del funzionamento sia di riconoscitori di telepass e/o di targa, sia dei meccanismi di addebito/accredito tariffario; ad ottobre sarà attivato il nuovo modello. Gli on.li Iannuzzi e Vaccaro hanno evidenziato comunque un nuovo ritardo del Governo, visto che ai sensi dell’articolo 2, comma 192 della Legge Finanziaria n.191/1009, il pedaggio differenziato sarebbe dovuto partire dal 1° luglio 2010. Il nuovo sistema tariffario verrà attivato in via sperimentale applicando una tariffa minima di euro 0,60 ed una massima di euro 2,00 secondo la seguente modulazione, la quale è attualmente allo studio di ANAS e SAM:

percorrenze                                      2010                           2011                           2012

fino a 5 Km                                        0,60 euro                    0,80 euro                    1,00 euro

da 5 a 10 Km                         0,80 euro                    1,00 euro                    1,20 euro

da 10 a 15 Km                                   1,00 euro                    1,20 euro                    1,40 euro

da 15 a 20 Km                                   1,20 euro                    1,40 euro                    1,50 euro

da 20 a 25 Km                                   1,40 euro                    1,60 euro                    1,60 euro

da 25 a 30 Km                                   1,60 euro                    1,80 euro                    1,80 euro

oltre 30 Km                                        2,00 euro                    2,00 euro                    2,00 euro

Rimane aperta ed insoluta, come sottolineato con forza dai 2 parlamentari, la questione di fissare in misura più ridotta la tariffa massima di 2 euro, in modo da avvicinarla il più possibile a quella attuale ed indifferenziata di 1,60 euro. Infatti occorre tener conto del prevedibile incremento di traffico conseguente al pedaggio differenziato, che renderà più conveniente i trasferimenti di breve e media portata spostando volumi di traffico dalla intasatissima Strada Statale n.18 verso la Autostrada; l’aumento della circolazione sulla Autostrada deriverà anche dai lavori di ammodernamento del suo tracciato, che sono da troppo tempo in corso e che vanno rapidamente terminati. Tale incremento di traffico, va quindi considerato nel calcolare il c.d. “isointroito”, la parità di introiti annui complessivi per la SAM. Inoltre vanno ridotti gli incrementi tariffari allo studio e preventivati dal 2010 al 2011 ed al 2012, proprio alla luce della analisi dei reali flussi veicolari. Pertanto  è necessario che il Governo e l’ANAS si attivino con forza e determinazione nei confronti della SAM per fissare una tariffa massima la più possibile contenuta e per ridurre gli incrementi tariffari per il 2011 ed il 2012, anche alla luce dello specifico studio commissionato dall’ANAS. Inoltre, l’acquisto del Telepass per l’utenza, indispensabile per attivare il nuovo sistema tariffario, dovrà avvenire a costi di produzione, assolutamente ridotti, come si è impegnata a fare l’ANAS con adeguato intervento presso la SAM. Infine occorrerà concordare con le organizzazioni sindacali dei lavoratori, impegnati nella SAM, ogni eventuale necessità di ricollocamento del personale all’interno dell’azienda.Gli on.li Iannuzzi e Vaccaro continueranno a seguire la vicenda per addivenire finalmente e senza ulteriori ritardi alla introduzione del nuovo meccanismo di pedaggio, che è destinato soprattutto a soddisfare le giuste richieste delle tantissime persone che ogni giorno utilizzano l’Autostrada Napoli-Pompei-Salerno per ragioni di studio e/o di lavoro.

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.