Home » • Salerno

Salerno: VI Premio della Cucina Mediterranea

Inserito da on 8 giugno 2010 – 06:03No Comment

Tutto è pronto per la 6ª edizione del Premio della Cucina Mediterranea. L’obiettivo della kermesse – che, ideata ed organizzata dall’Associazione Vintage e dall’Accademia Barilla,  Centro internazionale per la diffusione della cultura gastronomica italiana, avrà luogo venerdì 18 giugno 2010 nella cornice del Mediterranea Resort di Salerno - non è cambiato. Scoprire e formare i giovani talenti della gastronomia mediterranea, offrendo agli aspiranti chef ancora impegnati a compiere i propri studi presso gli Istituti Alberghieri – uno per ognuna delle cinque regioni partecipanti (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e, novità di quest’anno il Molise) -  l’opportunità di aggiudicarsi uno stage del valore di 15mila euro presso l’Academia Barilla di Parma e, in quest’edizione, in aggiunta un contratto di formazione presso l’Hotel Mediterranea – Resort and Convention Center di Salerno. Sarà come sempre una Giuria qualificata, di grandi nomi e grandi esperti a valutare le proposte culinarie dei giovani finalisti che sono: Francesco De Salvo dell’Ipssar di Trebisacce per la Regione Calabria; Francesco Paiano dell’Ipssar di Foggia per la Regione Puglia; Simona Zucaro dell’Ipssar di  Avellino per la Regione Campania; Domenico Lo Bosco dell’Ipssar di  Potenza per la Regione Basilicata; Antonello Di Pilla dell’Ipssar di Termoli per la Regione Molise. Anche quest’anno sarà accordato ampio spazio alla conoscenza e alla valorizzazione delle produzioni tipiche regionali: un focus sui prodotti e sui produttori mediterranei di qualità delle cinque Regioni in gara ed inoltre sarà dato spazio alla cultura di un Paese del bacino del Mediterraneo. Stavolta è il turno dell’Egitto, al quale è dedicata la mostra “Il mio Egitto” dell’artista Biagio Landi: sei splendide sculture che documentano le vicende storiche e sociali del grande Paese africano, culla di cultura e civiltà.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.