Home » • Valle dell'Irno

Mercato San Severino: “Notti al castello…e non solo”

Inserito da on 8 giugno 2010 – 05:10No Comment

Mercato S. Severino si appresta a vivere un evento culturale di livello regionale, “Notti al Castello…e non solo”, che avrà luogo dal 9 al 13 giugno prossimi, tra piazza Ettore Imperio e piazza Giovanni Falcone. Questa  mattina, presso la sala consiliare del Palazzo Vanvitelliano, la manifestazione è stata presentata in conferenza stampa. L’evento è realizzato dalla Provincia di Salerno, con il finanziamento della Regione Campania, Assessorato al Turismo e ai Beni culturali e dall’Unione Europea (“P.O.R. Campania, FESR 2007/2013, la tua Campania cresce in Europa”) e con il patrocinio del Comune di Mercato S.Severino. Sono intervenuti: Adriano Bellacosa, Assessore Provinciale al Patrimonio, Assunta Alfano, Assessore Comunale alla Pubblica Istruzione, Rosario Bisogno, Assessore Comunale alle Politiche Giovanili, il consigliere comunale Antonio Auciello, Laila Giancotti, Presidente della Pro-Loco e direttore artistico dell’evento, il Prof. Giuseppe Rescigno, responsabile del “Laboratorio di Educazione Ambientale” (L.E.A.), e Mario Cirillo, “Mister Ciccione” d’Italia per alcuni anni e noto chef sanseverinese. “L’Amministrazione Provinciale – ha detto l’Assessore Bellacosa – è attenta al territorio provinciale e a Mercato S.Severino, con le sue straordinarie risorse culturali ed artistiche, come il castello medievale ed il Palazzo Vanvitelliano. Il ricco programma della manifestazione, compreso l’itinerario gastronomico, rendono una preziosa azione di marketing territoriale. Il Sindaco Romano ha voluto fortemente questa manifestazione”. “Essa – ha spiegato l’Assessore Alfano – ben s’inserisce nella nostra politica tesa alla promozione del nostro ricco patrimonio artistico e culturale. Tra l’altro, l’evento segue di pochi giorni un importante risultato conseguito dall’Amministrazione Comunale: infatti, la Regione Campania, con apposito Decreto, ha elevato la nostra struttura museale al rango di museo regionale”.Laila Giancotti, illustrando il programma, ha sottolineato che, “senza radici storiche, non si va da nessuna parte, da questo presupposto vogliamo sottolineare l’importanza della memoria storica, quale fattore fondante della propria identità”. Il Prof.Rescigno ha spiegato, in particolare, cos’è la mostra “Scriptorium” prevista nel programma: “riguarda – ha detto – il cosiddetto “libro d’artista”, ovvero una raccolta di opere che artisti internazionali doneranno al Comune e che esporremo al pubblico ogni due anni”. Lo chef Cirillo ha parlato del “percorso gastronomico” che sarà allestito nella manifestazione: “per la prima volta – ha detto – tutte le sagre sanseverinesi si uniranno, offrendo ai visitatori delle vere leccornie. Un dato positivo, che sottolinea l’amicizia che lega i responsabili delle varie sagre”. Ed ecco gli appuntamenti salienti della manifestazione: 9 giugno, ore 10:, visite guidate al patrimonio artistico sanseverinese; ore 18, Palazzo Vanvitelliano: “Scriptorium”, mostra del libro d’artista; ore 21,30, piazza Imperio, esibizione musicale de “La bottega dei ricordi”. 10 giugno, ore 10,00, visite guidate; ore 10, palazzo Vanvitelliano, convegno di studi sui lavori di restauro del castello; ore 19: mostra fotografica “castello in posa”; ore 20, piazza Imperio, rappresentazione teatrale “Interlunium”. 11 giugno: ore 10, visite guidate; ore 20, rappresentazione teatrale in piazza Imperio della “Compagnai stabile”; ore 22, esibizione del gruppo “I Poliedrici”. 12 giugno: ore 10 visite guidate, ore 21 esibizione in piazza Imperio del gruppo “Na voce e na tammoprra”, ore 22 cabaret in piazza Imperio con Peppe Iodice. 13 giugno: sfilata con costumi d’epoca (ore 18,30, piazza Dante e piazza Imperio), esibizione di trombonieri e sbandieratori; ore 21, piazza Imperio: concerto di Giusy Ferreri. Il percorso gastronomico (piazza Giovanni Falcone) prevede primi piatti ai porcini (Rosticceria al Corso); scamorze affumicate al tartufo e strozzapreti al tartufo (Alfonso Gatto di Curteri); polpetta costese (S.Luigi Gonzaga di Costa); mascuotto di pane con formaggio di capra (S.Clemente di Oscato); porchetta (S.Eustachio); fior di zucca (Carifi); carne di maiale con patate e pupacchielle (Ciorani); parmigiana di melanzana (Rione Regina Pacis).

 

 

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.