Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: “Chi trova l’isola trova un tesoro”

Inserito da on 2 giugno 2010 – 03:23No Comment

Il prossimo 4 giugno, alle ore 12, presso l’Aula Consiliare del Comune di Eboli, si terrà la cerimonia di premiazione del concorso “Chi trova l’isola trova un tesoro”. Iniziativa promossa dal Comune di Eboli e dalla Sarim srl, società appaltatrice dei servizi di igiene ambientale sul territorio ebolitano, per premiare le classi scolastiche più “riciclone” della città di Eboli. Interverranno il sindaco di Eboli Martino Melchionda, il vicesindaco e assessore alla Pubblica Istruzione Antonio Conte, l’assessore all’Ambiente Carmine Magliano e il dirigentie Sarim srl Bardascino Cosimo. Nel corso dell’iniziativa sono state 100 le scuole contattate sul territorio e 20 le classi che hanno aderito. Il concorso è partito il 1 aprile 2010 per un periodo complessivo di 60 giorni. In questo arco di tempo ogni classe ha raccolto rifiuti riciclabili, differenziati per materiali, consegnandoli direttamente all’Isola ecologica di Eboli. Il materiale è stato portato sia dagli alunni che da un loro rappresentante di classe. Ad ogni consegna, il personale dell’Isola ha caricato su un’apposita card elettronica della classe la quantità dei rifiuti consegnati. La Sarim ha messo in palio per le prime tre classificate gadget originali e una Bio-gita studio, in chiaro spirito ambientalista. Le classi vincitrici, lunedì 7 giugno, visiteranno l’azienda “Improsta” di Eboli, per passare una giornata a contatto diretto con la natura. Qui potranno degustare prodotti tipici del territorio scoprire come si fa il pane, come si allevano le bufale e quali sono le specie vegetali che crescono in Campania. Le classi risultate più “riciclone” della città di Eboli sono state: prima classificata: S. Elementare “V. Giudice” classe I A  con 416 crediti; seconda classificata: S. Elementare “G. Romano” classe IV B con 347 crediti; terza classificata: S. Elementare “G. Romano” classe III B 254 crediti. “Molto spesso sono i bambini che segnalano agli adulti un comportamento poco ambientalista, forse perché gli adulti non hanno ancora una vera cultura ambientale – ha dichiarato il neo assessore all’Ambiente del Comune di Eboli Carmine Magliano -. Noi amministratori dobbiamo adoperarci in tutti i modi per incentivare e pubblicizzare il rispetto dell’ambiente perché l’ambiente è una risorsa. Eboli, in questo campo, non è seconda a nessuno in Regione. È destinataria di un’isola ecologica, già realizzata. Di un sito di compostaggio, in fase di completamento. E della costruzione di un bio-digestore, con capitali privati”. “Chi trova l’isola trova un tesoro” è un concorso che ha animato molto i bambini. Noi puntiamo molto sulla formazione dei bambini perché è il modo più veloce per arrivare agli adulti” - ha dichiarato Mino Bardascino, dirigente Sarim che assicura la continuità dell’iniziativa anche per il prossimo anno.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.