Home » Mondo

Vita di Missione: il vento non rompe mai un albero che sa piegarsi

Inserito da on 25 maggio 2010 – 00:00No Comment

Padre Oliviero Ferro

Io devo ringraziare i miei genitori, la mia famiglia, che mi hanno aiutato a vivere e a crescere, affondando le difficoltà di ogni giorno. Certo, da piccoli, non ci si accorge di tutto quello che loro fanno per noi. Quanti sacrifici, quante rinunce hanno fatto per il nostro bene. Non ce lo hanno insegnato solo con le parole, ma con la loro testimonianza di vita. Questo l’ho poi ritrovato nei quasi quattordici anni di Africa. Frequentando le famiglie africane, entrando nelle loro case, ho capito meglio, giorno dopo giorno,cosa vuol dire piegarsi, accettare,affrontare le difficoltà di ogni giorno. Non sono persone rassegnate, ma ben consapevoli che la vita,per essere vissuta, deve essere affrontata giorno dopo giorno. Non tutto si può avere. Quante volte li ho visti,senza mangiare loro per dare da mangiare ai figli più piccoli. Non hanno mai perso il sorriso,ma si vedeva che erano tristi,che  non sapevano come fare per risolvere i problemi. Ma non si perdevano d’animo. Avevano fiducia in Dio, ma non rimanevano con le mani in mano. Affrontavano i problemi una alla volta. Certo, la maggior parte non era ricca, ma non era povera di fantasia,di voglia di vivere. E i figli crescevano con questa mentalità. Forse oggi è un po’ più difficile, ma perché non provarci ancora. Abbiamo ricevuto la forza da Dio. Aiutati che il ciel t’aiuta,diceva un proverbio.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.