Home » > Primo Piano

Salerno: 158° anniversario Polizia di Stato, il questore Roca legge il messaggio di Napolitano

Inserito da on 15 maggio 2010 – 12:10No Comment

 Questa mattina, alle ore 10:00 all’interno del Duomo di Salerno ha avuto luogo la cerimonia celebrativa del  158° anniversario della Polizia di Stato. Anche quest’anno è stato scelto come tema celebrativo l’espressione “c’è più sicurezza insieme”, per diffondere il concetto di “sicurezza partecipata” che, attraverso il modello di cittadinanza attiva ed una condivisa cultura della legalità, mira ad assicurare ai cittadini il bene prezioso della sicurezza e della pacifica convivenza. La cerimonia si è svolta alla presenza delle Autorità ed ha avuto inizio con lo schieramento dei reparti della Polizia di Stato nel Chiostro del Duomo. Dopo la lettura del messaggio inviato, per l’occasione, dal Presidente della Repubblica, il Questore di Salerno ha rivolto il suo saluto ai cittadini ed alle Autorità. Si è proceduto, quindi, alla consegna dei riconoscimenti agli appartenenti alla Polizia di Stato che si sono distinti, durante la loro attività, per meriti di servizio. La manifestazione è stata contraddistinta da alcune iniziative di prossimità tese a sottolineare il legame tra la cittadinanza, le scuole ed i giovani con la Polizia di Stato e, in tale ottica, sono stati premiati gli studenti di diversi Istituti scolastici che hanno partecipato a tali  iniziative promosse dalla Questura di Salerno, presentando delle opere nell’ambito del concorsoIl Poliziotto un amico in più” ispirato al tema “Insieme per un ambiente sicuro” nonché per il progetto “Arte e Polizia.Tutte rappresentano la testimonianza dell’affetto e della simpatia che circondano i poliziotti in risposta all’attenzione e alla sensibilità che la Polizia di Stato quotidianamente manifesta ai cittadini come valore aggiunto rispetto ai doveri istituzionali.Nell’ambito delle iniziative di diffusione della cultura della legalità, e nell’approssimarsi della ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, è stato dato spazio ai bambini ed in particolare agli allievi della scuola elementareBarra” che, in un clima molto sentito ed ispirandosi ai valori fondanti dell’Unità Nazionale ed ai valori costituzionali, hanno assunto impegno solenne a rispettare i principi fondanti della Costituzione, servire con fedeltà ed onore la Patria e affermare i principi di uguaglianza e giustizia.Subito dopo, gli alunni, muniti di palloncini bianchi, rossi e verdi, in modo da dare forma al tricolore, insieme agli alunni sordi dell’Istituto Filippo Smaldone sono stati protagonisti di un momento particolarmente significativo della cerimonia, cantando il l’Inno Nazionale Italiano, interpretato da alcuni alunni sordi nel Linguaggio Italiano dei Segni. Al termine della manifestazione il Questore di Salerno, insieme ad alcuni poliziotti, ha fatto visita ai bambini ricoverati presso il reparto pediatria dell’Ospedale di Salerno, in località San Leonardo, portando loro alcuni gadget. In occasione della Festa della Polizia, è stato fatto il punto di situazione sull’andamento della delittuosità; come di consueto, vengono resi noti agli organi di informazione i risultati ottenuti da tutte le articolazioni della Polizia di Stato della provincia di Salerno, nell’attività di prevenzione e repressione dei reati e del controllo del territorio. L’analisi dei dati statistici  fa registrare un calo complessivo di quasi tutte le forme delinquenziali sull’intero territorio provinciale con la diminuzione dei reati totali, che sono passati da 34.772 (periodo 1/5/08 – 30/4/09) a 31.488 (periodo 1/5/09 – 30/4/10), con un calo percentuale del 9,50%. Particolare rilevanza assumono i dati relativi ai furti (diminuiti da 15.287 nel periodo 1/5/2008 – 30/4/2009 a 13.543 nel corrispondente periodo dell’anno in corso). Tra i reati contro il patrimonio sono significativi quelli relativi agli scippi (che da 294 sono diminuiti a 150), ai borseggi (da 1.171 a 1.066) ed alle rapine (diminuite da 509 a 328); tali reati (c.d. predatori) suscitano un particolare allarme sociale tra i cittadini. Anche le truffe, in particolare agli anziani, e le frodi informatiche fanno registrare un calo, passando da 1.962 a 1.910, così come è avvenuto per i reati di contraffazione e violazione della legge sui diritti d’autore che sono passati da 320 a 181, a dimostrazione che l’efficace azione di contrasto a tali tipologie di reati ha scoraggiato la diffusione del fenomeno. Solo il dato relativo ai reati di sequestro di persona fa registrare un lieve aumento, collegato alle modalità attuative di alcuni reati, verificatisi anche in ambito familiare, mentre i reati di lesioni e percosse che l’anno scorso erano in aumento, a conferma di una tendenza alla litigiosità manifestatasi nella nostra provincia, soprattutto tra automobilisti e tra giovani, quest’anno, grazie ai mirati servizi di controllo del territorio intensificati in alcune zone considerate sensibili della città capoluogo e della provincia, è nuovamente in calo, passando da 3.229 casi registrati nel precedente periodo a 3.018.L’incisività dell’azione di contrasto alla criminalità è dimostrata dal fatto che, a fronte del sensibile calo dei delitti, è aumentato il numero delle persone arrestate (da 390 a 398) o denunciate (da 1.528 a 2.045) all’Autorità Giudiziaria. Analogamente è aumentato il numero dei provvedimenti relativi alle misure di prevenzione. In particolare le proposte di Sorveglianza Speciale, con le quali vengono imposti obblighi che limitano la libertà di circolazione a persone ritenute pericolose socialmente, sono aumentate da 34 a 37, analogamente, gli Avvisi Orali sono aumentati da 331 a 339. Particolarmente rilevante è l’incremento delle proposte di prevenzione patrimoniale, passate da 4 a 13, dato sintomatico di una efficace azione di aggressione ai patrimoni mafiosi ed altre forme di accumulazione criminale. L’incremento complessivo delle misure di prevenzione personali è significativo di un maggiore controllo del territorio e dei soggetti pericolosi ai quali, con l’assoggettamento a tali provvedimenti, vengono limitate le possibilità di delinquere.

Elenco delle opere presentate e delle relative scuole

Concorso sull’ambiente

Concorso Il Poliziotto un amico in più – slogan: “Insieme per un ambiente sicuro”

Pannello “Non perdiamo le nostre radici” – Cat. Tecniche multimediali e cine – televisive. Scuola Primaria IV Circolo Battipaglia

Pannello “S.O.S.” Sarno – Cat. Opere Letterarie.

Scuola Primaria S.S.Giovanni Paolo II di San Marzano sul Sarno

Pannello “Io so dove si nasconde il sole” – Cat. Arti figurative

Scuola Secondaria di Primo Grado ICATT di Eboli

Progetto: Arte e Polizia

Intarsio in legno “berretto” – Titolo: Luce sulla città”.

Intarsio in legno “poliziotto” – Titolo: Polizia di prossimità

Centro di Solidarietà La Tenda di Salerno

Scultura: Busto di Poliziotto in argilla

Liceo Artistico A. Sabatini di Salerno

Scultura: Stemma, ali e sfera “Polizia globale”

Quadro altorilievo con stemmi: Società sicura

Istituto d’Arte F. Menna di Salerno

Quadro “Donne in Polizia

Scuola Secondaria di Primo Grado ICATT di Eboli

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.