Home » Cronaca

Ravello: con la Gerbera Gialla” e la banda musicale della Polizia di Stato rinato l’auditorium

Inserito da on 8 maggio 2010 – 00:00No Comment

La gerbera gialla, nel linguaggio dei fiori, indica la gloria. Nel codice della lotta alla criminalità è diventato il fiore simbolo della “Rinascita”. È infatti a maggio, mese della fioritura della gerbera, che va il triste primato delle stragi e degli attentati a firma criminale. Ravello ha ospitato ieri il “Concerto della Gerbera Gialla”, evento di commemorazione e valorizzazione dei “Citizen Servant”, cittadini al servizio dello Stato e della giustizia. Il Consorzio Ravello Sense ha sponsorizzato tecnicamente l’iniziativa, con la esplicita volontà di sostenere un evento di tale respiro, portatore di valori positivi, che anche a Ravello, e nella Campania tutta, devono continuare ad essere condivisi e rappresentati. Importante il “parterre” presente all’evento, fra tutti spicca il nome di Piero Grasso, Procuratore Antimafia.  Questo grande avvenimento è il risultato dell’impegno di Riferimenti, l’associazione no profit che ha in Adriana Musella il suo Presidente. “Questo è un appuntamento itinerante, e quest’anno abbiamo scelto la Costiera Amalfitana, e Ravello, che ha questo bellissimo auditorium. Abbiamo pensato di inaugurarlo con questo evento, sperando che porti bene a questa splendida struttura”. Adriana Musella ha poi parole di ringraziamento anche per il Consorzio, che con la sua sponsorizzazione “ha contribuito fattivamente alla realizzazione di questa serata commemorativa. Noi siamo una associazione di volontariato, siamo grati al Consorzio che ha accettato di sponsorizzare questo evento dedicato alla lotta alla criminalità”. La Gerbera Gialla ha portato bene a Ravello, che ha visto così riaprire l’Auditorium Oscar Niemeyer, proprio per ospitare il Concerto della banda musicale della Polizia di Stato. “L’Auditorium ha riaperto i battenti, ne  siamo tutti felici, e vogliamo essere ottimisti. Ci auguriamo che sia una risposta fattiva alla responsabilità che l’amministrazione si è assunta, a seguito della bocciatura, in Consiglio Comunale, della gestione dell’Auditorium da parte della Fondazione Ravello”. Sono le parole con cui Giorgio Vuilleumier, Presidente del Consorzio Ravello Sense, commenta l’evento del 7 maggio. “Il Sindaco di Ravello ha annunciato un nuovo evento, pare per la celebrazione dei 130 anni dalla visita di Wagner a Ravello. Ma ad oggi non ci risulta che si stia investendo per iniziative di attrattativa turistica, e questa mancata progettualità rispetto alla cultura, volano del turismo a Ravello, non ci fa ben sperare” continua il Presidente del Consorzio “l’interesse di tutti, e soprattutto quello di noi imprenditori del turismo, è oggi quello di affrontare questo momento di crisi con strumenti programmatici efficaci. E da parte nostra le aperture sono state tante ed importanti.  Pensare che debbano seguire momenti di condivisa rivalutazione del patrimonio culturale locale ci sembra il minimo, e lo dico a nome di tutti gli imprenditori del territorio, che hanno atteso l’inaugurazione dell’Auditorium riponendovi molte speranze, e che oggi soffrono, soprattutto economicamente, per le scelte che l’amministrazione locale sta portando avanti, e che non hanno ad oggi prodotto risultati apprezzabili per il turismo”.  Riguardo alle parole della Musella, Vuilleumier dice “la sensibilità della signora Musella è dote impagabile, e siamo lieti di aver contribuito alla realizzazione di un evento che Riferimenti, l’associazione di cui è Presidente, ha voluto dedicare alla “Rinascita”, nella città di Ravello, ed in una struttura che, lo si è visto, esercita il suo fascino senza confini, e che ha dimostrato, ancora una volta, la sua utilità per un territorio che ha bisogno di sforzi congiunti e di programmazione lungimirante per essere correttamente valorizzato, nell’interesse di tutti”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.