Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Angri: Squillante “La città non è in vendita”

Inserito da on 5 aprile 2010 – 03:39No Comment

Angri non è in vendita. E’ questo il titolo di un manifesto pubblico  del candidato sindaco Antonio Squillante  e dalla sua coalizione politica che lo sostiene in questo secondo turno elettorale per il ballottaggio dei prossimi 11 e 12 aprile. Il manifesto, affisso in città, nell’esaltare il voto libero e secondo coscienza, evocato dai candidati sindaco Ferraioli, Ferrara, Saporito e Capone, pone l’accento contro chi “ha fatto prevalere, anche sulla propria storia, solo risentimento, invidia, rancore e sete di potere”. Il riferimento è a Gianfranco D’Antonio che ha siglato un accordo con Pasquale Mauri: “Dichiarando il suo sostegno al candidato Mauri, e rendendosi disponibile ad assumere il ruolo di “suo” vice-sindaco, D’Antonio ha svenduto le convinzioni e i voti di chi lo ha sostenuto, avvalorando le posizioni di chi ha fatto della politica un “mestiere”, influenzando negativamente i destini della nostra Angri da oltre 40 anni: tutto ciò non può che danneggiare il rinnovamento e, di conseguenza, la nostra Città.” Antonio Squillante evoca dunque la necessità di spazzare via la vecchia politica: “E’ il momento di spazzare via la vecchia politica fatta da “mercanti” sempre pronti alla compravendita. E’ necessario che tutti Voi, Donne e Uomini liberi- continua Squillante – dichiariate apertamente che Angri e gli Angresi non sono più merce da scambiare. Bisogna voltare pagina. E ancora “Angri ha bisogno, per superare questo momento difficile, di uno scatto d’orgoglio. Angri ha bisogno di collegarsi, a pieno titolo, alla Provincia, alla Regione e al Governo Nazionale. Solo con la nostra Amministrazione ciò sarà possibile.”

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.