Home » Curiosando

Potenza della suggestione!

Inserito da on 30 marzo 2010 – 00:00Un commento

Antonio Pirpan

All’interno dell’autobus numero 11, affollato di varia umanità, c’è aria stagnante. Con un po’ di difficoltà e con un paio di tentativi a vuoto, ho cercato di aprire il finestrino per arieggiare l’ambiente, mentre un signore mezzo calvo, con un naso ciranesco da comico d’avanspettacolo, se la ride sotto i baffi. Eccolo, “l’homo sapiens” pronto a compatire il prossimo, e questo in verità mi ha procurato disturbi di stomaco. In fondo al corridoio ho notato un vecchio amico che non vedevo da anni. Tra una spinta e l’altra, l’ho raggiunto e ci siamo salutati. Il suo viso è malinconico, visibilmente segnato dal passaggio del tempo, con rughe numerose e profonde lungo le mascelle cadenti e intorno alla bocca. Uno di quelli che, al solo vederli, ti senti sprofondare.”Ciao, Nello, che ti è successo?”.  Alzando la voce più del necessario, quasi  a volerlo comunicare al mondo intero, ha risposto: “Non me ne parlare, mia sorella è stata colpita da una brutta meningite virale, e adesso è sotto cura”. “La cara Gabriella? Quanto mi dispiace. Ma come ha fatto il medico a capire che si trattava di qualcosa di più grave di un  semplice mal di testa?”, ho chiesto incuriosito. “Non ci crederai, ma la cosa è semplicissima: le ha chiesto di piegare la testa fino a toccare il petto con il mento”. “E allora?”, incalzo. “Gabriella è riuscita ad abbassare la testa solo di un centimetro. Così, vedi”. Richiamato dal brusio che, nel frattempo, si era sparso nell’aria, ho guardato intorno per vedere se il nostro ragionamento avesse infastidito qualcuno. Le persone che erano alla nostra portata di voce , fissavano il mio amico con aria preoccupata, e tutte, immancabilmente, avevano  il mento premuto contro il petto. Cosa può provocare le suggestione di un racconto, specialmente quando si parla di malattie poco comprensibili dalla gente comune. Scommetto che anche voi che leggete, ci state provando, proprio in questo momento. E se sbaglio, vuol dire che domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani nevica.

 

Un commento »

  • Gentile Autore, Lei descrive ciò che io chiamo “la sindrome del gregge”. Scherzi a parte la meningite virale è una malattia seria che colpisce specialmente al cambio di stagione, mentre quella batterica è più frequente nei mesi freddi, ormai esistono in commercio vaccini molto sicuri per alcune forme. Il medico citato, ha fatto semplicemente il suo dovere, se non sapesse che un sintomo tipico della meningite, sia essa virale che batterica, è rappresentato dalla rigidità nucale, mi chiederei seriamente attraverso quali vie è giunto alla laurea. Posso assicurare che con questa lettrice ha perso la Sua scommessa, vorrei tanto vedere la neve domani, ma temo che il Suo potere di suggestione non abbia efficacia, ahimè, sulla mia persona. Cordialmente.
    Giovanna Rezzoagli

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.