Home » Spiritualità

Vita di Missione: se non fai attenzione…

Inserito da on 24 marzo 2010 – 00:00No Comment

Padre Oliviero Ferro

Quante volte in una casa si sentono discorsi di questo tipo:”A mio figlio ho dato una buona educazione,gli ho dato tutto e invece…mi trovo con delle sorprese”. Forse bisognerebbe chiedersi cosa vuol dire “ho dato tutto”? Si pensa che dare delle cose,riempia le esigenze di una persona. Lascio mio figlio davanti al computer,ogni volta che mi chiede qualcosa gliela do e quindi mi sento a posto. Ci siamo mai chiesti se abbiamo trovato il tempo per parlare,ascoltare,condividere le idee,il tempo con loro. A volte, si sente dire:”ho detto così,quindi è così e silenzio”. I medesimi problemi non si trovano solo nelle famiglie in Italia,ma anche in Africa. Parlando soprattutto con le mamme,quante volte ci hanno confidato le loro difficoltà nell’educare i figli,soprattutto quando cominciavano a frequentare le scuole superiori, a cercare un lavoro. Le loro parole non erano più ascoltate. Faceva molta tristezza vedere alla televisione o leggere nei giornali che spesso venivano arrestati dei giovani per furti, per violenze, perché non avevano potuto trovare come impiegare la loro vita. I politici,come dappertutto durante le elezioni,promettevano il cambiamento,ma poi,il dopo elezioni era il medesimo,cioè il nulla. Ognuno doveva arrangiarsi. E allora c’era chi cercava dei piccoli lavoretti,piccoli commerci oppure finiva anche in lavori sporchi o si lasciava andare per non pensare. Un po’ come la storia che vi voglio raccontare. “Un uomo disse un giorno a sua moglie:”Prendi questa gallina e preparamela”. La moglie cucinò la gallina e gliela portò. La mangiò tutto solo(!) con appetito. Alla fine,invece di mettere insieme i resti per raccoglierli,disseminò gli ossi in tutta la stanza,lasciandoli cadere dove voleva. Poi,approfittando che sua moglie era andata a trovare sua madre,se ne andò a bere al bar. Tornò alla sera tardi,ubriaco fradicio. A causa della sbronza,dimenticò di chiudere la porta,si lasciò cadere per terra e si addormentò profondamente. Le formiche rosse,attirate dagli ossi e trovando la porta aperta,invasero la camera e si gettarono sull’uomo,troppo ubriaco per reagire. Quando la moglie tornò a casa,il giorno dopo,trovò ciò che le formiche avevano voluto lasciare…”.

 

 

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.