Home » • Salerno

Salerno: RdB CuB, azione sindacale

Inserito da on 24 marzo 2010 – 06:19No Comment

Dopo l’apertura della sede provinciale della RdB P.I. in Corso Vittorio Emanuele 39/b continua l’azione di sviluppo e di rilancio del progetto sindacale della scrivente Organizzazione Sindacale. Si rende noto che nell’Azienda Sanitaria Locale di Avellino (ex ASL AV 1 + ex ASL AV 2) si è costituito il terminale associativo per la diffusione dell’azione sindacale della RdB P.I. ai fini della partecipazione alle elezioni della Rappresentanza Sindacale Unitaria che si terranno nel prossimo Novembre. La Segreteria Regionale della RdB Sanità ha incaricato il Sig. Edoardo Barbato  di coordinare il costituendo terminale associativo per il suo sviluppo e per la diffusione delle idee e del progetto RdB P.I. Un progetto, quello della RdB, che mette in relazione tre parole chiavi: sogni – bisogni – conflitto. Il sogno è quello di costruire una società diversa, trasformata da lavoratrici e lavoratori, attraverso il rilancio della funzione generale del movimento dei lavoratori, in cui, avere un lavoro, una casa, un ambiente vivibile, arrivare con il salario a fine mese siano normali diritti e la base materiale per ottenere ancora di più, dove la guerra sia solo un lontano ricordo. Inoltre la RdB ha voluto mettere al centro della propria azione sindacale anche il conflitto come unico strumento in nostro possesso per la realizzazione concreta e materiale dei bisogni. Un conflitto che viene sempre più abbandonato come pratica comune, che anzi viene ormai scientificamente represso in ogni modo e ogni qual volta mette in crisi l’ordine presente delle cose. Il conflitto inteso non come rappresentazione di uno stato d’animo o di un’idealità, ma come pratica efficace che abbatte la concertazione, che rinnova la partecipazione, che rimette al centro non la delega, ma il protagonismo diretto dei Lavoratori del Pubblico Impiego a presidio del proprio salario e per la difesa ed il rilancio dello Stato Sociale.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.