Home » Regione

Regionali: IdV, Barbirotti “Votare politici preparati”

Inserito da on 23 marzo 2010 – 07:09Un commento

“Per la Regione vanno votati uomini preparati, che hanno dato prova di indubbie capacità amministrative. In Campania bisogna varare nuove leggi per far crescere l’Occupazione, per migliorare la Sanità, per uscire definitivamente dall’Emergenza rifiuti. I cittadini sono consapevoli che non servono slogan ma  fatti”.  L’Avv. Dario Barbirotti, candidato con l’IdV-Di Pietro al consiglio regionale, con De Luca Presidente, è chiaro come sempre sugli obiettivi da perseguire e offre la sua esperienza da amministratore di Salerno e da Presidente del Consorzio Sa2, per dare un contributo di rinascita e di speranza alla nostra comunità. Avvocato Barbirotti, quali sono le priorità per la nostra Regione?In prospettiva, per quanto riguarda le risposte che i cittadini si attendono credo che ci sia un decalogo delle priorità su cui impegnarsi: Difesa dei Diritti Sociali e dell’Occupazione, Legalità e Sicurezza, Sanità di qualità, Promozione della Cultura, Tutela dell’Ambiente, Riqualificazione delle aree urbane, Rilancio dell’Agricoltura salernitana, Trasporti pubblici efficienti, Politiche Giovanili davvero coinvolgenti e partecipate, Progetto Casa per le famiglie. Noi siamo una regione giovane, capace e creativa e queste potenzialità devono essere adoperate per un riscatto socio-economico non solo dei nostri territori, ma dell’intero Sud. Il dibattito sull’energia si è concentrato sulla possibilità di creare centrali nucleari. C’è l’ipotesi di farne anche una da noi, nella Piana del Sele. Qual è la sua posizione sul nucleare? Io sono contro l’ipotesi di una centrale nucleare nella Piana del Sele. E’ nota la mia contrarietà alla sua realizzazione e la mia ferma e convinta opposizione all’avvio dei siti atomici, non solo qui da noi in provincia di Salerno, ma ovunque. E’ mia convinzione che le energie ecologiche, alternative al petrolio e al nucleare, siano davvero la soluzione energetica da percorrere e sviluppare per il nostro futuro, creando occupazione e benessere ambientale. Gestione dell’acqua ai privati. E’ favorevole?Tutti siamo convinti, almeno a parole, che l’acqua non è un bene infinito, ma è sicuramente tra i più preziosi. Sono convinto che  il controllo dell’acqua e delle reti idriche deve rimanere in mani pubbliche, evitando la gestione da parte dei privati, che per i loro interessi faranno lucro aziendale, non bene sociale. La Campania ha sofferto per l’emergenza rifiuti. Che idea ha della crisi? Da Presidente del Consorzio di Bacino Sa/2 ho ottenuto ampi riconoscimenti istituzionali di apprezzamento, per aver dimostrato come da un’accurata gestione della risorsa Ambiente possa derivare sviluppo economico ed occupazionale. Nel presiedere il Consorzio, ho dovuto fronteggiare le emergenze cicliche e gravi che hanno coinvolto la nostra regione e soprattutto dare risposte efficienti e rapide alle istanze dei cittadini e a quelle degli enti territoriali. Il Consorzio  ha svolto bene i compiti affidati, garantendo anche risparmi nella gestione delle risorse pubbliche. Importanti i risultati ottenuti anche grazie all’operatività delle Isole Ecologiche, gestite dal Consorzio per conto dell’Amministrazione di Salerno. Isole Ecologiche che sono un vero vanto ed hanno ottenuto lusinghieri riconoscimenti non solo sulla stampa nazionale, ma anche sui mass-media europei. La nostra città ha raggiunto il 75% di raccolta differenziata ed è prima tra i capoluoghi d’Italia. Ora serve più raccolta differenziata e soprattutto occorre la creazione di siti al servizio del riciclo, con  una diffusa rete di impianti di compostaggio. Lei è salernitano, quale sarà il futuro della nostra provincia nel nuovo scenario regionale? Proprio per gli indubbi risultati ottenuti e per la sua Civiltà ci vuole più prestigio per Salerno. La mia visione è che Salerno –con l’intera provincia- debba contare di più, molto di più, in Regione Campania. L’immagine positiva della nostra città è giunta alle sensibilità di tantissimi nostri connazionali. Ora questo fare bene, nell’interesse di tutti, andrebbe ampliato dalla nostra città alla regione. Abbiamo dimostrato di non essere periferia, anzi siamo stati artefici della nostra rinascita sociale, civile e culturale e davvero credo che noi Salernitani siamo capaci di dare giuste risposte alle emergenze quotidiane. Pertanto il mio appello agli elettori è di votare De Luca Presidente e l’Italia dei Valori e se lo ritengono utile di scrivere Barbirotti accanto al simbolo dell’IdV.

Un commento »

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.