Home » Regione

Regionali: Campania Libera, Ventura “Programma elettorale concreto”

Inserito da on 22 marzo 2010 – 07:30No Comment

Questo il programma elettorale del capolista di Campania Libera con De Luca presidente, avv. Domenico Ventura. Precariato: Stabilizzazione di tutto il precariato, compreso quello della scuola e della sanità, trasformando tutti i rapporti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, ponendo a carico dei lavoratori stabilizzati il pagamento della metà degli oneri contributivi, assistenziali e previdenziali e l’altra metà a carico dei datori di lavoro pubblici e privati e per quest’ultimi riconoscimento di crediti di imposta e fiscalità di vantaggio. Scuola: Aumento delle cattedre e dei posti con la razionalizzazione della rete scolastica e degli organici, adeguabili alle esigenze territoriali, specie per i Comuni piccoli e quelli di montagna, con la deroga del numero di alunni per classi per tutti i gradi di istruzione – Formazione delle classi con non piu’ di 25 alunni – Un docente per ogni alunno con grave handicaps – Anagrafe delle scuole – Piano straordinario di edilizia scolastica per la messa a norma ed in sicurezza degli edifici – Collaudi periodici – Certificazioni di agibilità, antincendi ed antisismiche. Imprese: Reti di imprese per la ricerca e l’innovazione per affrontare le sfide della concorrenza e della globalizzazione – Difesa del made in Campania per le produzioni di eccellenza – Riscoperta delle tradizioni industriali tipiche (agroalimentare – lino – canapa –ceramica – mobili – pellame – falegnameria – abbigliamento – arazzi – tessuti e sete ecc. ecc.) – Incentivi alle PMI manifatturiere per la internazionalizzazione e per l’esportazione – Facilitazioni dell’acceso al credito e tassi di interessi contenuti – Lotta alle lentezze burocraticheZone Franche – Esenzione fiscali per le imprese che assumono – Area mediterranea di libero scambio e libera da dazi- Incentivazioni mediante il ricorso ai Fondi Europei. Lavoro: Predisporre da subito un programma di opere infrastrutturali e per l’esecuzione di opere pubbliche strategiche e di risanamento urbano, edilizio ed ambientale e per la messa in sicurezza dei territori a rischio con ricorso ai fondi strutturali europei. Piattaforme logistiche. Libretto del fabbricato da aggiornare ogni 5 anni. Anagrafe dei beni immobili dei comuni, delle province e della regione. Internet: Espansione della rete internet a banda larga con copertura di tutto il territorio campano, specie le aree interne, per l’accesso e lo sviluppo al lavoro per via telematica e a distanza. Turismo: Distretto turistico come attrattiva mondiale mediante la predisposizioni di pacchetti dedicati alla grande storia ed alle grandi tradizioni della regione (percorsi culturali, letterari, storici, architettonici, museali, biblioteche, folcklorostici, gastronomici con riferimento alle varie epoche e periodi storici: magna grecia – periodo romano – bizantino – repubblica marinara – longobardo – normanno – arabo normanno – scuola medica – aragonese – angioino – umanesimo e rinascimento – borbonico – illuministico – rivoluzionario 1799 – risorgimentale – preindustriale ed industriale ) – Convegnistica – Mostre permanenti – Turismo termale, religioso, gastronomico, montano e collinare. Valorizzazione dei borghi ai fini anche della ricettività alberghiera (paesi albergo). Turismo balneare e rete di depuratori da Baia Domizia a Sapri per il recupero e la valorizzazione della risorsa mare. Sanità: Centralità della persona e della sofferenza – Efficienza – Parità pubblico – privato; Piano triennale di rientro del debito e rateizzazione degli arretrati – Certezza e tempestività dei pagamenti delle prestazioni effettuate in tempi massimi di 60 gg. – Eliminazione degli sprechi e dei tetti di spesa e diritto di effettuare le prestazioni entro i limiti delle COM (Capacità Operative Massime consentite ed attribuite in sede di accreditamento) – Abbattimento delle liste di attesa – Reti sanitarie territoriali di assistenza domiciliare e di prossimità – Centri specialistici di eccellenza – Grande polo oncologico e cardiologico – Concorsi per merito e titoli per manager e primari valutati da Commissioni composte da esperti, anche internazionali. Terzo settore: Riconoscimento della funzione primaria ed essenziale del terzo settore e del volontariato per l’assistenza alle fasce svantaggiate (infanzia e fanciullezza, ragazze madri – Anziani soli e malati – Persone affette da handicaps – ex carcerati – disadattati – tossicodipendenti – poveri- immigrati – famiglie prive di mezzi) – Azioni di contrasto alle dipendenze e percorsi di recupero dei soggetti coinvolti. Funzione dell’autocommittenza attiva. Interventi a favore della persona, prevenzione primaria, secondaria e terziaria. Sostegno socio-psicologico. Burocrazia e Amministrazione: Eliminazione consulenze inutili – Valorizzare le professionalità interne – - Tempi certi per ogni procedura massimo 60 gg. – In mancanza formazione silenzio – assenso – Tagliare rami secchi e sprechi – Valutazione delle prestazioni dei dipendenti rese in termini di efficienza ed efficacia – Giudizio di gradimento dei cittadini per ogni pratica e relativa responsabilità in caso di giudizio negativo – Trasparenza e pubblicità di tutti gli atti degli organi monocratici e collegiali della regione anche su internet, da rendere tutti accessibili –  La Regione come casa di vetro. Difensore civico regionale. Criminalità: Controllo del territorio con posti e presidi dei vigili nella zone ad alto rischio – Reti di telecamere nelle zone sensibili- Repressione della microcriminalità – Controllo dei soggetti segnalati. Unità mobili di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza per il controllo di tutto il territorio 24 ore su 24 ore. Commercio: Stop alla grande distribuzione- Incentivazione per il commercio cittadino e nei centri storici – Pianificazione commerciale modellata sulle esigenze dei consumatori – Commercio di prossimità – Piano traffico e parcheggi dedicati. Artigianato: Incentivazione dei mestieri tradizionali dell’artigianato ( sartoria – ricamo – ceramica – falegnameria – corallo – bigiotteria – produzioni agro alimentari di nicchia ecc. ecc.) – Botteghe –Scuola per la formazione di artigiani e scambi con altre regioni per l’aggiornamento. Utilizzo delle aree dismesse. Agricoltura: Un piano regionale triennale di incentivazione e valorizzazione delle produzioni agricole stagionali, biologiche e tradizionali. Trasferimento dei fondi demaniali comunali, provinciali, regionali e nazionali a giovani o cooperative di giovani, con pagamento con mutui agevolati a tasso fisso per l’acquisto degli immobili e delle attrezzature per la costruzione di case rurali, agevolando i nuovi insediamenti – Tutela del marchio made in Campania per le coltivazioni in situ e le produzioni agroalimentari caratterizzanti. Azioni di avviamento al lavoro e per la formazione dei giovani con contratti di inserimento nelle aziende agricole, con sgravi fiscali e contributivi per queste ultime. Sostegno alla pesca, fondi europei SFOP. Ambiente: Opere di risanamento ambientale – Monitoraggio e mappatura dei siti dove si presume vi siano discariche abusive e rifiuti tossici sia in terreni che nel mare. Lotta all’abusivismo edilizio – Aggiornamento e censimento catastale – Ispezioni di tecnici sul territorio – Opposizione netta alla costruzione delle centrali nucleari sul territorio regionale ed alla privatizzazione dell’acqua. Energia: Creazione di grandi parchi di cospicua estensione eolici, fotovoltaici e dinamici marini per conseguire la autosufficienza energetica sull’esempio della Germania – Energia da biomasse – Obbligo di installazione per le nuove costruzioni, per le nuove imprese e per le nuove attività ed in agricoltura per le serre di pannelli fotovoltaici, con contributi in conto capitale e con prestiti a basso tasso di interesse – Incentivazione del fotovoltaico anche per le costruzioni in essere – Detrazioni fiscali – Rifiuti: Filiera della raccolta differenziata al 75% su tutto il territorio regionale e nomina di commissari per i comuni inadempienti e loro scioglimento per giusta causa – Due soli termovalorizzatori – Impianti di compostaggio per la frazione organica – Riciclaggio, rete eco produttiva, isole di scambio – Otto milioni di balle da vendere alla Germania o al miglior offerente capace di smaltire rifiuti indifferenziati. Sanificazione dei siti inquinati – Sistema SISTRI di controllo della tracciabilità dei rifiuti. Appalti: Cabina di regia regionale composta dal prefetto, da magistrati ordinari, amministrativi, contabili e personale tecnico. Comitato per l’ordine e la sicurezza al quale affidare il controllo ed il monitoraggio dei requisiti soggettivi e oggettivi in materia di appalti e subappalti (atti, procedure e gare) – Certezza dei crono programmi – Tracciabilità dei flussi finanziari. Controllo in corso d’opera della Guardia di Finanza, dei flussi di spesa e dei contratti di acquisto di servizi e forniture– Collaudi affidati ad organi dipendenti dal Comitato per l’ordine e la sicurezza – Visite mensili di controllo da parte degli Ispettorati del Lavoro – Garanzia della sicurezza dei cantieri. Fondi Europei: Le opere e le iniziative di cui sopra potrebbero attivare centinaia di migliaia di posti – Nessun cittadino Campano disoccupato – Le risorse disponibili sono quelle nazionali e comunitarie e dei privati interessati ai project –financing – Fondi FAS – I Fondi Europei disponibili sono: FERS, FSE, FEOGA, SFOP ( Fondi a gestione diretta ed indiretta – Programmi settoriali – Ambiente – Competitività ed innovazione – Protezione civile – Sviluppo tecnologico ed economico – Strumenti europei di vicinato e partenariato – Strumenti per la cooperazione con paesi e territori industrializzati – Programmi per la cultura, i cittadini ed i giovani – Programma per la competitività e l’innovazione, per la ricerca e lo sviluppo tecnologico e per la cooperazione – Programmi per la Giustizia, Libertà e Sicurezza , solidarietà e gestione dei flussi migratori – Programmi per la imprenditorialità e per i giovani imprenditori, per la formazione ed istruzione, per l’apprendimento permanente – Programmi per l’occupazione, affari sociali e pari opportunità – Programma per la salute e la tutela dei consumatori – Programma tecnologia dell’informazione e comunicazione – Programmi per i trasporti – Strumenti di sostegno alla politica regionale, per la cooperazione territoriale e per il cambiamento economico – Fondo agricolo di garanzia FEA -Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale FEARS – Fondo di solidarietà e per l’adeguamento alla globalizzazione – BEI – FEI –BERS). Delegazione permanente della Regione presso le istituzioni comunitarie per la consulenza, l’assistenza e per l’istruttoria per ottenere i fondi suddetti.  Solo così la nuova Campania Felix puo’ agganciarsi all’Europa!

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.