Home » >> Giudiziaria

Salerno:convegno “Famiglia di fatto, una libera scelta! Quid jus?”

Inserito da on 14 marzo 2010 – 05:36No Comment

Questo il titolo di un interessante e quanto mai vivace convegno Nazionale che si è tenuto lo scorso venerdì 12 marzo 2010 all’Hotel Lloyd’s Baia, di Vietri sul Mare, organizzato dall’avv. Maria Teresa de Scianni nella sua qualità di Presidente dell’Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia – Avvocati di Famiglia – Sezione di Salerno. L’avv. de Scianni, da oltre 20 anni esercita la professione di avvocato e da quasi 15 si occupa in via esclusiva di problematiche legate alla crisi della famiglia e alla tutela dei minori. Da quando ha aperto la sezione di Salerno dell’Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia, assumendone la presidenza più di 7 anni fa, propone annualmente un tema rilevante, di grande attualità e che riceve sempre particolare attenzione dai Colleghi avvocati, giovani e meno giovani, nonchè da esponenti di altre categorie professionali, quali psicologi, mediatori familiari, assistenti sociali, docenti oltre che studenti universitari. La mattinata si è aperta con i saluti del Presidente del Consiglio dell’Ordine Avv. Americo Montera che ha confermato la propria stima e considerazione per l’impegno e la passione disinteressata della collega de Scianni; quindi dopo una breve introduzione della stessa avv. de Scianni. di è dato spazio ai relatori. Quest’anno il tema, di grande attualità, è stato trattato da diversi punti di vista e diverse angolazioni tanto da suscitare un interessante e quanto mai vivace dibattito alla fine di ogni sessione. I relatori, tutti di provata e conosciuta esperienza e levatura intellettuale, hanno mostrato di aver gradito particolarmente il modo in cui le relazioni sono state programmate e poi commentate dalla stessa organizzatrice, avv. de Scianni, nonchè dagli intervenuti al convegno che hanno posto domande provocatorie ma anche fortemente legate alla realtà sociale che hanno piacevolmente indotto i relatori ad assumere, in vario modo, una posizione chiara anche se non sempre unanime, sul tema affrontato e le conseguenze sociali che derivano dal diverso modo di interpretare il ruolo della famiglia, il suo significato più profondo e le aspettative della società in continua evoluzione. Relatori sono stati la prof.ssa Virginia Zambrano, docente di Sistemi Giuridici Comparati presso la facoltà di Giurisprudenza di Salerno, il prof. Michele Cesaro, psicologo e docente presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione di Salerno, i quali hanno affrontato il tema con occhi rivolti verso i diversi sistemi giuridici comunitari più “aperti” rispetto all’affermazione dei diritti delle coppie di fatto e la loro disciplina giuridica anche se coppie omosessuali avendo, tra l’altro, una maggiore anche se, per certi versi, non unanimamente condivisa larghezza di vedute sul significato più critico del concetto di “naturalità”, come discusso dal prof. Cesaro. Gli altri relatori, il dr. Mario Pagano, magistrato del Tribunale di Salerno che per molti anni si è occupato di famiglia, e l’avv. prof. Mauro Paladini, docente presso la Facoltà di Giurisprudenza di Brescia e presso l’Istituto Superiore Sant’Anna di Pisa, sono stati più legati al dato normativo e hanno evidenziato come sia comunque e sempre necessario tenere ben presente la bussola del diritto vigente e delle varie possibilità che il diritto stesso già offra alle diverse forme di aggregazione sociale senza necessità di equiparare, ad ogni costo, situazioni e soggetti che per scelta, appunto, e per motivi del tutto personali e magari anche ideologici, preferiscono scegliere, come detto proprio nel titolo del convegno, una modalità di vita e di convivenza diversa, ma non per questo di serie B, rispetto al modello della famiglia legittima. La giornata è trascorsa abbastanza velocemente in quanto si è avuto modo di ascoltare relazioni nient’affatto dogmatiche o troppo accademiche ma, piuttosto, ricche di spunti normativi ma anche di possibilità di riflessione critica e apolitica rispetto ad un tema tanto attuale e dibattuto e che, ci si augura, trovi la giusta disciplina normativa anche presso il nostro legislatore. I lavori si sono conclusi con i commenti della presidente avv. Maria Teresa de Scianni che dopo aver speso qualche osservazione su quanto venuto fuori dalle varie articolate ed interessanti relazioni  ha dato appuntamento al prossimo anno, ha ringraziato tutti coloro che avevano reso possibile l’evento, a partire dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno  e, successivamente, tutti i presenti, i relatori e gli amici associati che con lei hanno collaborato alla realizzazione del convegno.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.