Home » Sicurezza

Salerno: Polizia, Divisione Anticrimine, denuncia per stalking

Inserito da on 25 febbraio 2010 – 00:00No Comment

Personale della Polizia di Stato di Salerno, in servizio presso la Divisione Anticrimine, diretta dal Primo Dirigente, Dr. Raffaele Battista, ha denunciato, in stato di libertà, G. S. di anni 42, insano di mente, residente in provincia di Napoli, per il reato di stalking. I Poliziotti, a seguito della querela per minacce presentata, nel mese di dicembre 2009, da un medico – chirurgo di una casa di cura di Salerno, nei confronti di un suo paziente, che aveva in cura da circa due anni, hanno svolto accurate indagini, accertando che effettivamente G. S. aveva minacciato, più volte, il medico, preannunciando “visite” presso il suo domicilio, armato di coltello e martello, per aggredire anche i suoi familiari. Le minacce iniziavano dopo che erano sorte incomprensioni sulla data di esecuzione di un intervento chirurgico che G.S. aveva differito più volte, adducendo futili e poco credibili giustificazioni, non accettate dal sanitario.A seguito di tale inconveniente, il paziente ha iniziato a minacciare telefonicamente il medico ed i suoi familiari, presentandosi anche, in alcune circostanze, presso l’abitazione dello stesso, suonando più volte al citofono e, non ottenendo risposta,  inviando messaggi sms sul cellulare del sanitario, informandolo di trovarsi sotto la sua abitazione. Il ripetersi di tali minacce ha generato, nel nucleo familiare del dottore, uno stato di grave preoccupazione ed ansia per la propria incolumità. Le indagini dei Poliziotti della Settima Sezione della Divisione Anticrimine della Questura hanno evidenziato che i cellulari utilizzati per le molestie erano riconducibili sicuramente a G. S. che, tra l’altro, è attualmente ricoverato presso un struttura psichiatrica, perché affetto da una grave patologia psichiatrica, per cui l’Autorità Giudiziaria dovrà valutare l’imputabilità del soggetto. Gli Agenti, frattanto, nella informativa di reato hanno evidenziato la responsabilità di G. S. negli episodi di stalking e la pericolosità della situazione, mettendone al corrente l’Autorità Giudiziaria, i sanitari che lo hanno in cura ed i familiari, al fine di prevenire il rischio che tali minacce potessero concretizzarsi, come è avvenuto, in passato, in analoghi fatti di cronaca.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.