Home » • Salerno

Salerno: Pdl, incontro con i Senegalesi dopo “le sceriffate”

Inserito da on 7 gennaio 2010 – 06:19No Comment

Giovedì 7 gennaio alle ore 18,30 in via Diaz ( altezza piazza Caduti Civili ) la comunità dei senegalesi e, più in generale, dei venditori ambulanti extracomunitari ( bengalesi, indiani, filippini etc. ), guidata dai propri rappresentanti, si incontrerà con il consigliere di circoscrizione PDL Rosario Peduto per esprimere il loro forte disagio relativamente agli ultimi episodi che si sono registrati su Corso Vittorio Emanuele e che li ha visti, purtroppo, protagonisti ed oggetto di una vera quanto plateale ed assurda caccia all’ uomo guidata in prima persona dal sindaco Vincenzo De Luca, nel corso di affollatissime giornate di acquisti sulla passeggiata simbolo della nostra città. In questo incontro, fortemente voluto dai senegalesi e dai venditori ambulanti in questione per avere un interlocutore che ascolti realmente le proprie ragioni senza essere ostaggio di paranoie populiste a sfondo elettoralistico, si parlerà soprattutto di come porre in essere delle condizioni di integrazione vere nella vendita ambulante che, nel pieno rispetto della legalità e dei doveri civici di ognuno, siano essi essi italiani o extracomunitari, venga incontro alle esigenze  di chi non delinque e non molesta nessuno ma cerca ogni giorno di guadagnarsi il pane per vivere. Fra l’altro, si parlerà dell’esito fallimentare della assurda quanto totalmente decontestualizzata assegnazione agli stessi delle aree mercatali di via Vinciprova e del sotto-piazza della Concordia nei mesi invernali (!!!), scelte non partecipate e che sicuramente non favoriscono la piena integrazione del commercio ambulante etnico, ma che hanno avuto il solo esito di una scomposta, quasi oscena, men che meno europea, reazione del sindaco che per tutta risposta al problema serio di integrazione e di rispetto umano posto dai senegalesi e non, ha saputo solamente inscenare un parapiglia davvero poco edificante. Il consigliere di circoscrizione Peduto raccoglierà il disagio ma soprattutto le proposte costruttive di queste comunità per farsene portavoce presso l’ Amministrazione Comunale e non solo, nella speranza di rendere un servizio alla cittadinanza in una dimensione che apra anche la nostra città ai concetti ,questi sì davvero europei, del rispetto dell’identità, di tutte le identità, nel quadro più complesso dell’integrazione sociale e razziale.    

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.