Home » • Salerno

Salerno: i nonni del centro Petraglia a “La prova del cuoco”

Inserito da on 3 gennaio 2010 – 05:36No Comment

I nonni che frequentano il centro diurno per anziani “Francesco Petraglia” saranno ospiti de “La Prova del Cuoco” in onda su Rai 1 domani, lunedì 4 gennaio 2010 alle ore 12,00. Nel corso della nota trasmissione televisiva sarà presentato un volume che raccoglie le ricette della tradizione culinaria salernitana; il libro è frutto di uno dei proficui laboratori organizzati dal Centro, laboratorio coordinato dalla giornalista Luciana Mauro. Il presidente di Salerno Solidale avv. Salvatore Memoli, che ha tenacemente perseguito la nascita del centro Petraglia e la sua crescita in favore degli anziani esprime grande gioia e soddisfazione per il risultato conseguito. L’avv. Memoli è orgoglioso di poter offrire a tutta la città di Salerno un’altra occasione per esibire, su una vetrina nazionale, la crescita della nostra città anche sul fronte delle politiche sociali. Per volontà dello stesso presidente la delegazione di nonni del Petraglia sarà accompagnata a Roma dall’assessore alle Politiche sociali del Comune di Salerno dr. Ermanno Guerra. La partecipazione arriva a coronamento di un’ impegnativa fatica editoriale che coincide con la pubblicazione del libro Nonni in cucina,una raccolta di ricette di gastronomia, recuperate nella  segreta memoria dei loro affetti più cari. Si tratta di segreti tramandati da generazioni che mettono in evidenza la ricchezza della gastronomia salernitana e che contribuiranno a far conoscere ancora di più la già nota cucina mediterranea. Il lavoro è stato seguito dalla giornalista Luciana Mauro che il Presidente  di Salerno Solidale ha voluto come moderatrice di un laboratorio dedicato a questo settore. “I laboratori che frequentano i nostri anziani sono il segreto per una terza e quarta età di sorprendente vitalità” dice il Presidente avv Salvatore Memoli. Al progetto sono stati associati l’Istituto Alberghiero di Salerno e gli studenti di grafica pubblicitaria dell’Istituto Filiberto Menna. Gli anziani frequentano i laboratori: teatro,informazione,informatica,ceramica,canto e lingue straniere. Insomma c’è da credere che il progetto anziani di Salerno Solidale,fortemente voluto dal Presidente Memoli e dallo staff di collaboratori, sostenuto interamente dal Comune di Salerno sia un segnale di inversione di  tendenza sui modi di vivere,sugli interessi,sulle motivazioni e sulla….voglia di vivere degli anziani  di Salerno. Un esempio per tutte le altre generazioni ed un monito a curare le politiche sociali  con progetti che elevano la qualità della vita e migliorano l’inserimento sociale. “Il mio auspicio è che le ricette dei nostri anziani possano essere preparate nei ristoranti di Salerno,con un invito a migliorare la riscoperta di una salernitanità  gastronomica che sicuramente piacerà ai turisti presenti in città. Di conseguenza mi auguro che i nostri anziani diventino i beniamini di Salerno e che tutti vengano a trovarli nei loro laboratori”,conclude l’avv. Salvatore Memoli.

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.