Home » > EDITORIALE

Cappio agli stupratori!

Inserito da on 26 novembre 2009 – 08:002 Comments

di Rita Occidente Lupo

Violenza e stupri, in altre parti del mondo costano la stessa vita. In Iran, ancora l’impiccagione per tali crimini. Tre iraniani giustiziati in piazza, dopo la condanna a morte per aver stuprato un ragazzo di 17 anni a Isfahan. I tre, rapito il giovane, ne hanno abusato dopo averlo tradotto fuori città. Il trauma subito ha portato il ragazzo, dopo breve tempo, a togliersi la vita. La notizia ha sconvolto le famiglie delle vittime. In Iran, una giustizia senza appello. Né pietà. Secondo l’atavica legge del taglione. Una vita tolta, giustiziata in analogo modo. Inutile parametrare il sistema giudiziario a quello italiano. In tanti a lamentare l’indulgenza eccessiva dell’attuale sistema nei confronti di killer spietati. E di reiterati crimini, che lasciano indelebili cicatrici. Come per lo stupro. Se l’Iran rimane chiuso alle insistenze d’Amnesty Intenational, non sedotto dalle nuove sfide contemporanee, in altri punti del globo ugualmente la Giustizia non lascia spazio ad appelli. Il crimine, che nel nostro sistema giudiziario spesso viene “scontato” indultato, abbreviato, in altri Paesi salda il suo debito a volte con la vita stessa. Il problema delle carceri, non viene pertanto ad affollare le vicende giudiziarie. Nel senso che la detenzione, frequentemente non viene concessa. Condonati crimini che non mettono in gioco le sorti dell’esistenza. Come in Cina, laddove è un sacrosanto diritto poter nutrire il proprio corpo con cibi sani. In caso contrario, ai produttori, il capo ancora una volta sacrificato!  Se le esecuzioni iraniane giungono circa a 258 persone messe a morte in Iran in quest’anno, nei Paesi orientali vengono superati tali stime.

2 Comments »

  • MIchael C. scrive:

    Sono contro ogni tipo di violenza sulle donne. Strupri,ricatti,abusi e violenza sono fenomeni che al mondo d’oggi sono quotidiani. Il governo pultroppo non tutela adeguatamente i cittadini ed è una cosa inacettabile che molti strupratori,dopo soli 4 anni di carcere, ricevano gli arresti domiciliari e siano liberi di circolare tra la popolazione. Il Governo DEVE TUTELARE I DIRITTI FONDAMENTALI DEI CITTADINI ITALIANI!

  • omar scrive:

    grandissimi…questa si che è la giusta punizione a un reato csì grave…purtroppo in italia non verrà mai…bleah

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.