Home » • Salerno

Salerno: seminari del Centro “La Tenda”

Inserito da on 25 novembre 2009 – 05:43No Comment

Previsto per giovedì 26 novembre alle ore 16,30, nella sede di via Fieravecchia, 20 il primo appuntamento pubblico de “I seminari del Centro La Tenda a Fieravecchia”.Il primo appuntamento avrà come titolo “Volevamo braccia, sono arrivate persone. L’immigrazione: solo un problema?”, il seminario riguarderà il tema dell’immigrazione e sarà preceduto da un’indagine conoscitiva condotta tra i migranti residenti nel nostro territorio ed i cittadini italiani. Le domande provenienti dal territorio saranno proposte a don Tonino Palmese dell’Associazione Libera (figura di spicco nelle attività tese all’integrazione)  e agli Assessori delle Politiche Sociali  della Provincia e del Comune di Salerno, Giovanni Baldi ed Ermanno Guerra, che hanno garantito la loro presenza.L’incontro intende valorizzare le differenti culture e promuovere il processo di incontro e convivenza nella comunità locale, far riflettere sulle opportunità e l’arricchimento che il fenomeno migratorio può apportare alla società locale, favorire la costruzione di un clima di coesione sociale, rispetto, tolleranza, condivisione tra le comunità dei migranti e la società italiana. Saranno presenti e parteciperanno all’incontro gli stessi migranti per proporre domande e riflessioni frutto del lavoro precedente di preparazione del seminario con le diverse comunità presenti sul territorio. “I seminari del Centro La Tenda a Fieravecchia”, nati su iniziativa del Centro Studi e Formazione CAOS, (definiti anche “seminari del giovedì” per la periodica cadenza che li caratterizza) sono incontri di aggiornamento e scambio di esperienze con e tra testimoni attendibili sui temi che interrogano la società contemporanea e che richiedono nuove risposte.  Sono proposte per  offrire uno spazio di riflessione e discussione per la formazione di una nuova cultura sui temi  del disagio, delle problematiche educative, della progettazione in ambito sociale, della salute globalmente intesa, del lavoro e dei minori. E sono rivolti a tutti e in primo luogo agli educatori, quelli naturali e quelli professionali, agli insegnanti, agli operatori del sociale,  agli animatori sociali, agli operatori socio-sanitari, agli psicologi, agli operatori della comunicazione agli operatori della politica,  ai medici,  agli assistenti sociali,  ai tutor,  ai mentor, ecc.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.