Home » Cronaca

RdB CuB: l’università pubblica non si tocca!

Inserito da on 25 novembre 2009 – 01:54No Comment

 

Bocciamo la riforma Gelmini. E’  questo  il messaggio che riassume quanto i lavoratori universitari e studenti andranno a chiedere con forza ai Rettori riuniti nell’assemblea generale della CRUI  a Roma, in Piazza Rondanini, giovedi’ 26 novembre dalle ore 9,00. Tra questi Rettori ci sono quelli delle università campane,  Filippo Bencardino, Francesco Maria De Sanctis, Gennaro Ferrara, Raimondo Pasquino, Francesco Rossi, Guido Trombetti, Lida Viganoni, a loro chiediamo con forza di schierarsi per il rifinanziamento del sistema universitario, senza alcuna altra contropartita a cominciare dal recupero dei tagli della Legge 133/08. Nelle condizioni di emergenza attuali della crisi, senza un piano straordinario di finanziamento per l’Università e la Ricerca Pubblica, la Regione Campania è destinata ad arretrare sul piano di ogni prospettiva di rilancio sociale ed economico.L’iniziativa di protesta con presidio e assemblea in Piazza Rondanini, che si svolgerà in concomitanza con l’assemblea generale della Crui, intende sollecitare un forte impegno da parte dei Rettori a difesa dell’Università pubblica. In particolare la RdB chiede un piano straordinario di reclutamento per personale tecnico-amministrativo, insegnanti e ricercatori, il cui ruolo è dequalificato dalla precarietà.La RdB Università chiede che i Rettori si facciano promotori di assemblee dentro gli atenei affinchè tutta la comunità universitaria possa comprendere e pronunciarsi liberamente sui contenuti del ddl Gelmini. Non possiamo permettere che i Rettori accelerino il processo di svendita dell’Università Pubblica con l’accettazione dei tagli previsti, che regala ai privati il controllo e il profitto su sapere, ricerca e formazione, cancellando di fatto il diritto sancito dalla Costituzione. Fermiamo lo smantellamento dell’Università pubblica per fermare lo smantellamento di tutta la Pubblica Amministrazione.

RdB Università Campania

 

 

 

 

                  

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.