Home » > Primo Piano

Provincia… sicura!

Inserito da on 24 novembre 2009 – 07:092 Comments

Aldo Bianchini

Parlando di giornalismo o meglio di “giornalisti” qualcuno negli ultimi giorni, proprio nella nostra provincia, da”gran maestro” ha sentenziato che un giornalista deve riportare le notizie, cioè i fatti senza aggiungere elementi di fantasia per rendere più surreale e avvincente il pezzo scritto. Presa così, in maniera secca, l’affermazione potrebbe apparire anche condivisibile. Ma viene spontanea subito una domanda: “Il giornalista deve sempre recepire le notizie velinate da chi ha interesse o, almeno qualche volta, deve andarsele a cercare queste benedette notizie?”. Ognuno scelga o fornisca la risposta che crede. Per quanto mi riguarda ho sempre cercato, senza enfatizzazioni o autocelebrazioni, di andare alla ricerca delle notizie, spesso rendendole accattivanti e leggibili, senza mai sconfinare nella fantasia. Del resto da decenni scrivo e parlo di “cronaca giudiziaria”, campo in cui è davvero difficile andare avanti di fantasia. Il top sarebbe “togliere i veli ai fatti e le veline alle idee”, come diceva il compianto Peppe Fava (vero maestro di giornalismo) ucciso dalla mafia in Sicilia. Ma il top rimane un sogno per tanti di noi giornalisti. Dunque, nel mio peregrinare quotidiano da un Palazzo all’altro della Città, mi sono imbattuto in una notizia assolutamente inedita, tanto inedita che “il fatto” da cui deriva lo hanno visto centinaia e centinaia di persone ed a tutti è sfuggito. Probabilmente perché è una “piccola notizia”, anzi certamente, ma la poca appariscenza di un fatto non vuol dire che le conseguenze non possano essere pericolose, se non devastanti. Il fatto l’ho scoperto sui balconi di Palazzo Sant’Agostino, soprattutto sul balcone che al secondo piano è posto tra il salone Bottiglieri e la sala della giunta. Come evidenziano le due foto (scattate nella mattinata di venerdì 6 novembre scorso) sul pavimento del balcone sono depositati alcuni cavi elettrici tenuti insieme con un po’ di nastro isolante a disdoro di tutte le norme sull’igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro. E la Provincia, a mio modesto avviso (sono stato per decenni ispettore di vigilanza per gl’infortuni sul lavoro), ha un valore aggiunto, è un luogo di lavoro speciale perché in esso vi accedono quotidianamente anche centinaia e centinaia di persone che nulla hanno a che fare con il “lavoro provinciale” e che potrebbero subire serie conseguenze fisiche dallo stato di abbandono della rete elettrica del palazzo. Sui balconi degli altri piani la situazione, per correttezza, è leggermente migliore ma anche in quei casi la sicurezza non è al top. Il responsabile della sicurezza di Palazzo Sant’Agostino vada, controlli e provveda senza perdere altro tempo. Non vorrei che finisse come un altro consiglio-sicurezza dato qualche anno fa: sotto il tavolo riservato alla stampa nella sala del “Consiglio Provinciale”  c’era e c’è una buca all’interno della quale giungono diversi collettori elettrici. La buca era sempre scoperta; tra Andria e Villani: il mio consiglio fu seguito, fui ringraziato e la buca ricoperta dopo anni di ritardi. Ma ancora oggi, sebbene chiusa con un sottile pannello bianco, espone comunque a particolari pericoli proprio per le ridotte dimensioni del pannello stesso. In conclusione credo che valgano più queste notizie, della corsa forsennata per inserire in prima la notizia, ad esempio, della nomina del nuovo direttore generale dell’Ente, Marco Galdi, che viene data da tutti proprio perché notizia di parte e velinata. Non so se ho ben capito quali siano i principi fondamentali del giornalismo, se non ci sono ancora riuscito cercherò di impegnarmi ancora di più per fare meglio da grande!

2 Comments »

  • Alfonso scrive:

    Uau che scoop incredibile!! Mi chiedo però per quale motivo parlare dei cavi elettrici maltenuti dall’ente (per carità argomento altrettanto degno di nota) quando invece potrebbe essere importante dare la priorità a qualche domanda meglio circostanziata da porre proprio durante le decine di conferenza stampa propagandistiche/elettoralistiche indette da assessori, consiglieri, ecc ecc ecc?!

  • Dada' scrive:

    si vede she lo’scrittore’dello scoop…non ha tante cose da fare…che vedere dei semplici fili provvissori,che sicuramnte gia’ sono stati rimossi…questi non sono problemi,informatevi se la giunta funziona e lavora…oggi non si arriva a fine mese,se arriva una ‘bolletta’ in piu’ salta lo stipendio,e vi interessate di cio’?…sono deluso dal vs SITO…

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.