Home » Arte & Cultura

Provincia: l’architetto Giovanni Basile dona una sua opera

Inserito da on 1 marzo 2009 – 09:04Un commento

 

Il giorno 25 febbraio 2009 alle ore 12 l’Architetto artista Giovanni Basile ha donato ufficialmente alla provincia di Salerno il dipinto qui raffigurato e denominato “Montagna”. Erano presenti Gianni Iuliano, vicepresidente della Provincia e Gaetano Arenare assessore alle Attività Produttive, Formazione Professionale, Beni ed Attività culturali i quali hanno sottolineato il valore della donazione e come l’architetto Basile abbia saputo trasferire a livello pittorico l’immane e mai dimenticata tragedia del maggio 1998 di Sarno, Siano, Bracigliano e Quindici.Tra il pubblico di amici soprattutto era presente il critico Alberto Mirabella, che in merito alla personale tenuta dal Basile nel maggio 2008 alla Provincia così ebbe a sottolineare: “Egli ha saputo magistralmente trasfigurare,  con una tecnica originale ed inusitata, elementi statici ed amorfi, ma caratterizzati da chissà quanti ricordi di vita familiare  - recuperati dalla tragedia  del 5 maggio 1998 -  in arte viva,  palpitante ed intrisa di ricordi perenni perché indelebili.  Il maestro Giovanni Basile, rifuggendo intenzionalmente da immagini angoscianti,  ha saputo far ri-vivere e ri-nascere i nostri amici, parenti, compaesani creando attraverso queste opere una trasfigurazione artistica con l’elevata intuizione di saper servirsi di ciò che ha cercato e trovato nelle macerie: sono frammenti  di coperte, garze, camicie, tende, ombrelli, e li ha saputo trasporre, egregiamente, in ambito pittorico. Si tratta di un atto di amore, vis amoris ma non disgiunto dalla compartecipazione emotiva, che gli consente di “urlare” e “contestare” la morte attraverso la vita, attraverso quegli oggetti umili, lembi di vita già appartenuti a coloro che ci hanno lasciato in modo così drammatico e repentino”.L’opera donata  fa parte di una collezione di circa 350 quadri realizzati tutti, nel corso di un decennio, su supporti ricavati da materiali e suppellettili recuperati dalle macerie e dal fango conseguenti agli eventi franosi che hanno colpito i Comuni Campani di Sarno, Bracigliano, Siano e Quindici il 5 maggio 1998.Giovanni Basile residente e Bracigliano (SA), dove svolge sia la libera professione di architetto che l’attività artistica di pittore, scultore e scenografo, è nato e Caracas nel 1955. Diplomato al Liceo Artistico di Salerno, ha frequentato da esterno Corsi di Scenografia presso  l’Accademia di Brera (MI), si è laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano.Dal 1985 al 1997 ha collaborato con i Laboratori Scenografici Sormani di Milano realizzando allestimenti per i più prestigiosi teatri dei mondo su bozzetti di C. Parravicini, N. Benois,  R. Guttuso, S. Fiume, A. Pomodoro e altri. Ha realizzato allestimenti di Alta Moda “Milano VendeModa”, Fiera di Milano e di Scenografia Urbana realizzando nel1988 I “Trompe I’ Oeil” di Palazzo Marino sede del  Comune di Milano e quello di Piazza Duomo – Milano contribuendo notevolmente all’arte antica di nascondere 1 ponteggi impiegati sulle facciate dei Monumenti in fase di restauro o di costruzione. Ha al suo attivo numerose Mostre Collettive e Personali in Italia e all’Estero.

 

 

Un commento »

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.