Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Cava de Tirreni: ricorso al consiglio di Stato

Inserito da on 30 gennaio 2009 – 14:38No Comment

Nel corso della seduta di martedì, la Giunta Comunale, su proposta dell’Assessore al Contenzioso Rossana Lamberti, ha deliberato il ricorso al Consiglio di Stato nel procedimento avverso il Patto Territoriale Costa d’Amalfi in merito alla redistribuzione delle rinvenienze dei fondi del Patto.<<Il Patto è costituito in forma di società di cui ogni Comune possiede una quota, calcolata in base all’estensione e al numero di abitanti per Comune>>, spiega l’Assessore Lamberti. <<Il Patto Territoriale ha inteso ripartire i fondi non spesi, non tenendo conto né della quota che, per il Comune di Cava è molto più ampia rispetto agli altri Comuni aderenti al Patto, né del dato demografico, né di quello della superficie, né del merito dei singoli progetti candidati, per cui li ha suddivisi in ugual misura per tutti i Comuni salvo quelli di Positano, Amalfi e Ravello, per i quali ha giustamente preso in considerazione il valore intrinseco dei progetti. Quel che è più grave è che le decisioni non sono state assolutamente procedualizzate e sono state assunte da organi incompetenti a farlo. Infine è stata falsificata la dichiarazione resa dal delegato del sindaco, consigliere Vincenzo Lampis, in sede di redazione del verbale. L’Amministrazione così, ha presentato formale ricorso al Tar, il quale non ha accolto in prima istanza le nostre motivazioni. Ora stiamo proseguendo la nostra azione al Consiglio di Stato perché siamo convinti delle nostre motivazioni. Saremo difesi in quella sede dall’avv. Lorenzo Lentini>>. <<Mi sembra quantomeno singolare che sia stato prodotto un verbale in cui vengono riportate dichiarazioni da me mai rese. Verbale che, in particolare, non è mai stato letto, né approvato, né sottoscritto dai partecipanti al tavolo di concertazione e che ho provveduto a smentire con dichiarazione giurata resa all’Avvocatura>>

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.