Home » >> Sanità

Farmaco Corgard: cessata la distribuzione in Italia

Inserito da on 9 gennaio 2009 – 09:2315 Comments

 

Sergio Barletta

Nei mesi scorsi, più volte abbiamo parlato della Cardiomiopatia Ipertrofica Ostruttiva, soffermandoci in  particolare sul farmaco Corgard.  Il Corgard, il cui principio attivo è il nadololo è particolarmente indicato nelle seguenti condizioni morbose: Ipertensione soprattutto per il trattamento a lungo termine; Angina Pectoris, infatti  esso è specificamente indicato nei trattamenti a lungo termine; Aritmie. Tachicardia atriale parossistica, fibrillazione atriale parossistica, extrasistoli ventricolari e sopraventricolari, manifestazioni cardiovascolari degli ipertiroidei, segni funzionali di cardiomiopatia ostruttiva. Inoltre, dalla consultazione del sito www.progettomedicina.it , si evidenzia che esso è particolarmente efficace per evitare un allungamento del QT che può essere pericoloso per la vita. I pazienti, affetti da tale sindrome sono ad elevato rischio di particolari aritmie ventricolari dette torsioni di punta, talora fatali. I pazienti, con questa sindrome sono in genere  curati con trattamento farmacologico beta bloccanti. I beta bloccanti, riducono in modo significativo la mortalità e la frequenza degli attacchi aritmici nei pazienti con sindrome del QT lungo. Il Propranotolo (Inderal) ed il Nadololo (Corgard) sono i due farmaci beta bloccanti più usati per tali patologie. Purtroppo, il farmaco in argomento CORGARD è irreperibile in moltissime farmacie. Infatti, le uniche unità attualmente in commercio sono quelle in giacenza presso farmacie e grossisti che si erano riforniti in precedenza. Tenuto conto di tale problema  di irreperibilità, ho provato  chiedere ad alcuni farmacisti della nostra città quali fossero le ragioni di tale decisione, ricevendo risposte non esaurienti: In considerazione delle risposte ricevute ho interessato l’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) alla quale ho rivolto essenzialmente tre domande e precisamente: a) il motivo per il quale un prodotto da tutti i pazienti considerato ottimo è stata disposta la commercializzazione in Italia; b) per quale ragione il farmaco risulta disponibile in Francia ad un prezzo inferiore a quello di vendita in Italia  euro 5,40 contro euro 8,16 in Italia; c) come sopperire a questa grave emergenza. Pochi giorni or sono, la predetta Agenzia mi ha inviato una  e- mail con la quale mi comunica. testualmente A) il motivo per cui la specialità medicinale Corgard compresse 80mg. non è reperibile va ricercato nella decisione della ditta di cessare la commercializzazione del farmaco. In particolare la ditta in data 20 maggio u.s. ha comunicato all’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) l’intenzione di non commercializzare il farmaco sul territorio nazionale alla fine di giugno 2008. In merito alla decisione di commercializzare un prodotto o di ritirarlo dal commercio è di esclusiva competenza dell’azienda farmaceutica, da ciò ne discende che una ditta può decidere di cessare la commercializzazione del farmaco esclusivamente in determinati paesi e mantenerla in altri. Dal momento che la ditta è tenuta a comunicare all’Aifa la decisione di non commercializzare il farmaco relativamente al territorio nazionale non possiamo ne escludere ne confermare che in altri paesi compresa la Francia il farmaco sia presente sul territorio.  In merito al terzo quesito, l’Aifa ha evidenziato che attualmente sono disponibili in commercio alternative terapeutiche al nadololo, nell’ambito della categoria stessa dei beta bloccanti, o anche tra altri farmaci ad azione antipertensiva e antiaritmica.  In conclusione, il farmaco è disponibile fino ad esaurimento delle scorte ma, a mio avviso la decisione di cessare la commercializzazione dell’ottimo farmaco in Italia è dovuta al fatto che lo stesso chi sa per quale ragione è stato  inserito in fascia “C” quindi a carico del paziente e non in fascia “A” trattandosi di un farmaco salvavite. Pertanto, invito i pazienti che utilizzano tale farmaco a recarsi dai loro cardiologi di fiducia per trovare una terapia alternativa.

 

15 Comments »

  • CORGARD scrive:

    il Nadololo non e’ presente in nessun altro farmaco, se qualcuno sa del contrario lo dica

  • Sergio Barletta scrive:

    Il Nadololo non e’ presente in nessun altro farmaco, purtroppo è vero. Il fatmaco è disponibile presso la farmacia del Vaticano al costo di 15 euro a scatala da 28 compresse. Precedentemente il costo nelle farmacie era di euro 8,16 in confezioni da 30 compresse.
    Ho interpellato l’azienda produttrice e l’agenzia italiana del farmaco. Nessuna risposta a mio parere è stata esauriente.

  • bruno scrive:

    La cessata distribuzione in Italia del farmaco in questione m’ha comportato (e parzialmente mi procura ancora ) seri rischi di sopravvivenza. Le mie fibrillazioni atrioventricolari trovavan requie unicamente con quel farmaco, assunto in dosi ridotte ( 15-20 mg ) e ripetute nel corso della giornata. Dopo anni di tentativi, finalmente un ottimo cardiologo aveva trovato il rimedio ! Ora sono allo sbando, anche perchè il Corgard acquistato in altri Paesi si presenta in confezioni di compresse da 80 mg. frazionabili unicamente in 2 segmenti. Dette compresse sono minuscole nonchè resistentissime all’incisione ed è praticamente impossibile suddividerle esattamente in 4 frammenti. Sicchè, ogni volta che io “elaboro” la mia “pozione” debbo praticamente “distruggere” la metà d’una compressa per ottenermi “circa” l’occorrente del farmaco. Insomma, alla cardiopatia s’è aggiunta l’ansia….per non parlar della spesa…..
    La verità è che questo un Paese ove può succeder di tutto, ma proprio tutto tutto: anche che un salvavita improvvisamente sparisca dalle Farmacie ! Vergogna ! E io posso solo con tutto il mio cuore augurare a “lorsignori” di patir essi stessi le pene che m’hanno inflitto !

  • ROBERTO SCOTTI scrive:

    VOLEVO SAPERE, PERCHE’ SONO ANCHE IO BISOGNOSO DEL FARMACO. E QUELLO DELLA FARMACIA VATICANA NON MI CONVINCE, AL CONTRARIO DI QOANTO DICI, NON HA NEANCHE LA CLASSICA FORMA ROTONDA E SI SBRICIOLA FACILMENTE DOVE HAI ACQUISTATO IN ALTRI PAESI E COME
    HAI PAGATO. GRAZIE ANTICIPATE

    ROBERTO SCOTTI

  • claudia scrive:

    ho trovato il CORGARD a san marino. Quadi tutte le farmacie del posto ce l’hanno
    Invio per fax,una ricetta del mio medico per una decina di scatole alla farmacia, e questa dopo che ho pagato un valia postale, me le invia per posta a domicilio.
    Dovendo prendere per forza questo farmaco, direi che come soluzione non è male

  • IULA scrive:

    ho bisogno del farmaco per mio figlio che soffre della sindrome del QTL, se qualcuno è in possesso di indirizzi e costi del farmaco vi pregherei di darne notizia . Grazie

  • giacomo scrive:

    @ IULA
    dietro prescrizione del cardiologo ti puoi rivolgere ad una farmacia ospedaliera che è l’unica autorizzata ad importare il farmaco dall’estero. In alternativa puoi consultare il sito del Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani (MSFI) all’indirizzo:

    http://darimar.altervista.org/movimento/orfani.php#contatti

    nel quale sono anche elencate farmacie che possono preparare il farmaco in forma galenica dietro prescrizione del medico curante.

  • Arianna scrive:

    Quello che dice l’AIFA è scorretto. E’ vero che in Italia sono in commercio altri farmaci della stessa classe (beta-bloccanti) come il Tenormin o il Sotalex, ma ciascuno di questi ha un profilo differente sia in termini di efficacia sia di tollerabilità, pertanto, per un paziente aritmico o tachicardico, tali farmaci non sono assolutamente interscambiabili. Pare strano che l’Ageenzia del farmaco ignori questo principio base. Io ho provato sulla mia pelle la differenza e fino a che un cardiologo geniale non mi ha prescritto il nadololo, con gli altri beta-bloccanti le mie aritmie erano fuori controllo e gli effetti collaterali intollerabili, aggiungo che ho rischiato la pelle due volte. Ora prendo il nadololo a Chiasso (ordinandolo al telefono)perchè abito in Lombardia, ma la mia paura è se Sanofi-Aventis decide di ritirare dal commercio il nadololo anche in Svizzera e in Francia, i pazienti come me cosa possono fare?

  • stefano scrive:

    ho ovviato facendomelo preparare da una farmacia.

    è sufficiente la ricetta del cardiologo

    nel mio caso, per regolarità, è scritto:

    nadololo 40 mg 1 cp 1 volta/die………

    me ne faccio fare 120 alla volta e grazie al Cielo ho ovviato.

    ciò non toglie che siamo in un paese da vergogna……

  • Sergio Barletta scrive:

    Il farmaco è disponibile in Francia basta la prescrizione medica. Il costo è di circa sei euro e qualche farmacia effettua anche la spedizione a casa. Sono in attesa di sapere l’indirizzo della farmacia che pubblicherò.

  • Nives scrive:

    Io sono una di quelle persone che solo con questo farmaco riesco a non avere tachicardia! devo dire che è miracoloso sono andata in panico quando l’hanno ritirato,il mio cardiologo mi ha cambiato con altri due farmaci ma con nessuno ho trovato giovamento,ho trovato una farmacia che me lo faceva in forma galenica ma con un costo esagerato! è mai possibile che un farmaco salvavita venga così ritirato? poi ho scoperto che in Francia esisteva ma come è possibile? pensavo che la sanofi non lo producesse più! ho un parente in Francia invio la ricetta e lui me lo acquista e spedisce! però mi sembra sempre di dare disturbo! spero tanto che qualcuno si metta la mano nella coscienza e lo metta di nuovo in commercio in Italia!!

  • vincenzo scrive:

    per tutte le persone interessate il CORGARD in compresse da 80 mg si trova nelle farmacie di STABIO ( Svizzera Italiana), dopo il confine di Gaggiolo ( varese) .

  • Vanda scrive:

    Per tutti quelli che non lo trovano, sappiate che lo vendono alla farmacia del Vaticano, basta la ricetta. Io sono quattro anni che non vivo più!, perchè solo il Corgard 80 mi faceva stare bene, sono finita 5 volte in ospedale con gli altri farmaci!Mi hanno torturato, ma nessun farmaco è in grado di fermare il dolore del mio BBS doloroso. Ora prendo questo Corgard francese ma sto male uguale, anche con dosi da cavallo, non è uguale la formula, mancano 3 eccipienti, e lo fanno in polonia.cosa possiamo fare? farlo fare in farmacia sarà uguale la formula? consigliatemi.

  • antonietta scrive:

    buona sera a tutti,mi kiamo antonietta e sono un amica della sign. maria………..la sign. a bisogno di questo farmaco per la sua vita nn puo andare a l estero a prenderlo …………vi kiedo per favore di aiutarmi nn posso perderla per un farmaco .GRAZIE A TUTTI

  • Winnifred scrive:

    Come Stefano ho fatto preparare in farmacia il Nadololo 40mg, una al di.
    Il mio cardiologo non volevo cambiare il Nadolo per la mia terapia e mi ha detto di
    farlo preparare in farmacia.

    È interessante anche la possibilità di comprare in Francia. Tramite internet è facile.(o fax)

    Ho capito che è tolto dal mercato perchè costava troppo poccho.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.