Home » • Salerno

Il sindaco Vincenzo De Luca: Salerno, città d’Europa

Inserito da on 30 dicembre 2008 – 15:35No Comment

Nel corso dell’incontro stampa, svoltosi a Palazzo di Città, col primo cittadino di Salerno Vincenzo De Luca, l’elencazione delle opere a raffica realizzate nell’anno in corso. Nel 2009, 50 opere partiranno. Nuove, con procedure di gara ex novo, che comporteranno difficoltà.” Il via anche a parcheggi e piazze- ha iniziato De Luca-. Il primo lotto di porta ovest, i lavori per l’impianto di compostaggio, il termovalorizzatore, la riqualificazione della viabilità delle zone interne; altre già in corso come l’emergenza rifiuti,  la realizzazione di microisole ecologiche, il front office dei servizi sociali. Grande impulso nel 2008 alla Pubblica Istruzione con il servizio “Scuole dell’Infanzia comunale” e la dotazione libri di testo ed assegnazione borse di studio. Per la differenziata contiamo di giungere al 73% per superare Novara ed essere il primo Comune d’Italia a riguardo. Speriamo di giungere al primo posto per il ciclo industriale dei rifiuti; saremo a primavera l’unico comune in Italia ad avere il ciclo completo nell’ambito del proprio territorio. Contiamo di creare anche un impianto fotovoltaico. Tante idee ed iniziative. Nella necessità di far camminare insieme la tecnologia e l’ambiente. Come punto d’eccellenza le politiche sociali una scommessa. Il numero di posti negli asili nido salernitani, per le politiche sociali lieviterà. Il programma di sicurezza prevede politiche di un’amministrazione progressista; diamo assisstenza a 1500 ragazzi della nostra città, a cui s’aggiungono 1200 che godono di assistenza tramite Arci e sportello aperto alla Carnale. Per i minori assistiamo 180 minori, usando vari centri. Nella fascia superiore d’età, 240 bambini, affidati sempre a vari centri. Curiamo 52 famiglie dove arrivano operatori sociali per il lavoro educativo. Per la mediazione 16 nuclei familiari; garantiamo sostegno socio-educativo a 74 minori, attività estive a 72 minori, quasi 400 ragazzi affidati alle  cooperative. Il consultorio giovanile ha avuto vari contati tramite Arci. Per la mediazione penale, 11 utenti assistiti, bibliotecca minorile, telefono azzurro. Per la residenzialità, strutture sociali private che collaborano con noi. Lo sportello tam tam per assistenza a 1200 extracomunitari. Per il disagio mentale, 200 interventi tra trattamento sanitario obbligato ed altri di vario tipo solo quest’anno messi in campo. Un’amministrazione che mette in campo varie politiche per la persona. La disabilità e gli anziani: per la prima, assistenza a 108 pazienti, con attività di trasporto, domiciliare agli anziani. Soggiorni termali agli anziani, a cui garantiamo un programma di teatro per 60 anziani a teatro per ogni rappresentazione. Un servizio da città d’Europa. Per le politiche culturali da Mercatello al Duomo. contiamo d’esser primo comune d’Italia per informatizzazione. per la cultura, sono grato ad Oren e Salemme. Contiamo di portare l’Aida all’aperto. Saremo l’unico comune in cui i cittadini potranno trovare propria pratica sulla scrivania grazie alla nostra celerità informatica.”

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.