Home » Sport

Salernitana sconfitta a Livorno, Castori out

Inserito da on 7 dicembre 2008 – 16:1713 Comments

Emanuele Valletta-Giuseppe Carpentieri

Quarto K.O. consecutivo dei granata che attendono il nome del nuovo allenatore: in pole Camolese.Ennesima debacle della Salernitana, che anche contro il Livorno fornisce una prova incolore. Nemmeno i tifosi credevano nell’impresa:nonostante i 2000 biglietti messi a disposizione dalla società livornese,infatti, solo in 200 hanno assistito al match dell’Armando Picchi, che sin dall’inizio ha mostrato una squadra in crisi e molto poco concentrata. Il tecnico Castori opta a sorpresa per le due punte schierando Turienzo accanto a Di Napoli e lasciando in panchina Ciarcià e Scarpa; scelta rivelatasi poi non troppo felice vista la mancanza di qualità a centrocampo e la giornata storta di Turienzo. La gara nelle sue prime fasi ha evidenziato le solite problematiche di impostazione del gioco da parte dei granata,che hanno lasciato costantemente l’iniziativa in mano ai livornesi, capaci di mettere in difficoltà la retroguardia campana, pur non esprimendo un grande calcio.Infatti, pur senza brillare, alla prima vera occasione della partita i padroni di casa si portano in vantaggio con Tavano, abile a ribadire in rete una corta respinta di Pinna,dopo una bella discesa sulla fascia sinistra del danese Bergvold.La reazione della Salernitana si traduce solo in un bel tiro al volo di Di Napoli che vede De Lucia pronto alla risposta. Sarà l’unico tiro in porta del primo tempo dei granata, incapaci di reagire al vantaggio livornese.La prima frazione si chiude con la scellerata espulsione di Peccarisi che si fa buttare fuori per doppia ammonizione nel giro di pochi minuti.Ma nonostante l’inferiorità numerica, nel secondo tempo, per i primi quindici minuti, è un’altra Salernitana. I granata riescono a schiacciare il Livorno nella propria trequarti, trovando sulla loro strada un ottimo De Lucia, capace di ipnotizzare Di Napoli presentatosi solo davanti a lui. Ma col trascorrere dei minuti, la stanchezza e le condizioni pessime del campo, reso pesante dalla pioggia caduta nelle ore precedenti, spengono la verve dei campani. Il tecnico Castori comprende il momento di difficoltà ed inserisce Scarpa al posto di un inconcludente e peraltro ammonito Tricarico. Proprio pochi secondi dopo la sostituzione, il Livorno archivia la pratica grazie a un destro dal limite di Candreva, lasciato colpevolmente calciare da una difesa troppo distratta. Di fatto la gara termina qui: gli ultimi 25 minuti di gara si dimostrano alla fine poco più di un allenamento per gli amaranto, che sfiorano più volte il bersaglio prima di centrarlo nei minuti finali con uno splendido calcio di punizione dello specialista Diamanti.Resta l’amaro in bocca per una partita tutto sommato ampiamente alla portata, con un Livorno non irreprensibile ma che ha saputo sfruttare la scarsa convinzione e le amnesie della Salernitana. L’unica nota positiva della giornata proviene dagli altri campi, dove quasi tutte le dirette concorrenti per la salvezza non hanno vinto le rispettive partite. Tuttavia, la zona retrocessione resta a soli tre punti e a fare le spese di questa situazione è stato il tecnico Castori,sollevato dal suo incarico dalla società subito dopo il termine della gara.Ancora nn si conosce il nome del nuovo allenatore,ma di certo avrà il suo bel da fare nel risollevare il morale di una squadra ormai allo sbando da settimane.

 

 

 

 

 

13 Comments »

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.