Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Enzo Botta:Pontecagnano, città d’arte per il turismo

Inserito da on 28 novembre 2008 – 16:34No Comment

I flussi turistici a carattere storico-culturale vedono negli ultimi anni un crescente interesse, soprattutto dei turisti stranieri, verso le mete italiane così dette “minori” spesso fuori dagli itinerari tradizionali. Tesori d’arte, cultura, enogastronomia, produzioni artigianali sono i fiori all’occhiello di tante piccole località della nostra Penisola, mete di visitatori di tutto il mondo in particolar modo giapponesi, tedeschi e americani. Per queste località è stato spesso l’attribuzione dello status di “città d’arte a permettere la costruzione di un sistema di accoglienza qualitativamente competitivo.Il Comune di Pontecagnano-Faiano per la qualità del suo patrimonio archeologico e artistico può certamente aspirare ad acquisire tale status ed inserirsi negli itinerari tematici con altre aree di rilevanza storica-archeologica etrusca (Tarquinia, Tuscania, Vulci). Con il suo Museo Archeologico Nazionale “Gli Etruschi di Frontiera” con oltre 8000 ricchi corredi, con il Parco Ecoarcheologico, la Chiesa di San Benedetto e Palazzo Abbadiale in stile neogotico, il Castello Moscati con un fondo librario di 21.000 volumi, il Museo del Cavallo e delle Tradizioni Contadine può aspirare senza alcun dubbio a tale riconoscimento. Il Sindaco di Pontecagnano Faiano dott. Ernesto Sica e l’ intero Consiglio Comunale, unendo tutte le sue componenti, si facciano promotori verso la Regione Campania delle iniziative e dei passaggi burocratici per richiedere l’acquisizione di questa nuova veste giuridica e il riconoscimento ufficiale dello status. I benefici che ne deriverebbero, dalla liberalizzazione dell’apertura dei negozi all’accesso ai finanziamenti speciali propri per le “città d’arte”, all’ingresso nel circuito del turismo scolastico a vocazione storico-culturale, favorirebbero lo sviluppo economico locale e la crescita del tenore di vita. La presenza del litorale di Pontecagnano con il suo mare, le sue spiagge e il suo patrimonio naturalistico permetterebbe, nel contempo, un’offerta integrata Musei-Mare molto apprezzata da alcuni target di mercato specifici del turismo internazionale. Il Comune di Pontecagnano-Faiano può divenire (anche attraverso la presenza dell’Aeroporto ) un centro nevralgico per favorire un Sistema Turistico del territorio picentino che veda il mix tra cultura e attrattività paesaggistica proteso verso l’elaborazione di Progetti Integrati finanziati con i Fondi Europei. Gestire in modo proficuo e intelligente il proprio patrimonio storico e archeologico può divenire per Pontecagnano-Faiano, utilizzando tutte le potenzialità delle risorse comunitarie, una nuova traiettoria programmatica in cui credere ed investire con convinzione per un futuro di sviluppo e crescita economica.

Vincenzo Botta

Consigliere Provinciale

Delegato “ai Rapporti con la Regione per le Politiche Comunitarie”

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.